Cerca

Ma Caterina Simonsen è convinta?

Ho seguito nauseata gli appelli sui Tg nazionali, quanto potere, di Caterina Simonsen, la ragazza malata che invita le associazioni animaliste a' mollare' sul tema della vivisezione. Il che ovviamente sta scatenando, anche sul web, infinite polemiche. Caterina mi è sembrata da subito poco convinta, infatti, anche per tutta una serie di coincidenze che fanno dubitare della sua buona fede, ha convinto poco. E subito mi è venuto alla mente un articolo della Montalcini , al quale avevo replicato, datato decenni fa, quando le lobby dell’industria farmaceutica non tremavano come ora, sul Corriere della Sera che intitolava : Amo tanto gli animali ma la vivisezione è utile. E allora come mai le malattie aumentano di pari passo con la ricerca? . Non occorre avere titoli o laure per discutere di vivisezione basta leggere una statistica, anche un bambino lo sa fare. Gran parte delle malattie sono iatrogene( derivano da farmaci, sperimentati su animali). Talidomide, Mexaform, Stilbestrolo ecc. tutti farmaci sperimentati su animali e disastrosi per l’uomo. Karl Popper scrisse: infinite conferme ad un’ipotesi non sono sufficienti a convalidarla perchè basta una sola smentita per affondarla. La pratica della vivisezione ne è l’esempio più eclatante.Che l'aspirante veterinaria si sia offerta o meno come strumento per le industrei farmaceutiche che in questo momento storico temono l'inserimento dei metodi alternativi, tanto da manifestare nelle piazze come i comuni mortali, lo sa lei e la sua coscienza; certo è che quando il buon Dio la chiamerà al suo cospetto dubito che le indicherà la porta del paradiso perchè lì ci sono gli animali che lei con il suo appello ha condannato ad una morte crudele, e inutile. Lu Paer

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog