Cerca

La cannabis rovina la salute e non sconfigge i narcotrafficanti

Signor Direttore, come era prevedibile, dopo la strada aperta dall'Uruguay e dal Colorado sulla vendita al pubblico della marjiuana, anche in Italia si alzano voci a favore della cannabis. "E' ora di legalizzare la cannabis", scrive Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà su twitter. Anche il senatore del Pd Luigi Manconi scrive in una nota che presenterà un disegno di legge dove si prevede il ripristino della distinzione del trattamento sanzionatorio tra droghe leggere e droghe pesanti, con una riduzione delle pene per le prime, fino alla completa cancellazione delle sanzioni amministrative per i consumatori dei derivati della cannabis Il senatore Manconi sostiene che in questo modo si potrà "ristabilire un solco chiaro tra comportamenti inoffensivi legati al consumo personale di sostanze che non nuocciono gravemente alla salute, non più di quanto faccia l'abuso di tabacco e di alcool". Invece i danni da cannabis sono ben studiati e più pesanti di quelli dell'alcool e del tabacco. Danni ai neuroni, ai polmoni, alla vescica.... Sembra che a certi politici non importi molto la salute delle persone. Non si può pensare di sconfiggere il narcotraffico in questo modo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog