Cerca

Pentito di italianità

Sono un vostro lettore di 80 anni fra tre mesi e sono un pentito per quanto ho fatto da giovane. Sono nato a Trieste ed alla fine della guerra ho difeso l'italianità mia e della mia citta in maniera attiva rischiando le foibe degli Slavi supportati dai nostri comunisti ed ho esultato quando la mia città è passata all'Italia. Bel fesso! Vedendo lo sfacelo che stiamo vivendo in questi giorni mi dispiace solo di non avere più l'età per andarmene da questo paese e mi piange il cuore dover constatare che persino quelli slavi che mi volevano infoibare stanno meglio di noi le istituzioni funzionano meglio la giustizia è efficiente ed è compresa e condivisa dai cittadini. Evidentemente ho sbagliato tutto perché ora vorrei poter lasciare questa Italia in cui non mi riconosco più il perché lo conoscete meglio di me e loeggo sul vostro giornale tutti i giorni. Ho lavorato tutta la vita ed ho investito i miei risparmi per la vecchiaia acquistando due appartamenti che dovrebbero consentirmi di avere un minimo benessere in quanto non ho certo la pensione dei nostri politici ma ho ancora sbagliato tutto.Teoricamente sono un ricco perché possiedo oltre che la mia casa anche due appartamenti in affitto se gli inquilini mi pagassero l'affitto. Gli inquilini due exstracomunitari di colore (non sono razzista e non ho avuto difficolta ad dar loro le mie case)purtroppo non pagano l'affitto Hanno poco lavoro e sono in cassa integrazione e lavorano a nero perché durante il giorno non sono mai in casa.Per sei mesi l a Caritas ha pagato l'affitto e poi ha smesso. Io ora non trovo i soldi per gli avvocati per frattarli e quando li avrò trovati dovrò attendere chissà quanti mesi perché la nostra giustizia mi metta in grado di rientrare in possessli condizioni delle mie proprietà. Intanto dovro pagare per loro le spese condominiali che nessuno mi rimborserà mai. Ma sono contento perché contribuisco alla buona accoglienza ai migranti come desidera il sig Presidente della Repubblica.Ovviamente ho regolarmente pagato l'IMU per le seconde case ed ora dovrò pagare non so bene cosa e quando in questo casino. Ma siamo in un paese civile? La nostra è giustizia? Vent'anni fa l'onorevole A MATO (€ 30000 mensili di vitalizio)ha deciso di reprimere chi non pagava le tasse ed avendo un'impresa di pulizie mi sono trovato gli ispettori dell'IMPS a contestarmi 250 milioni di evasione che non c'era come dopo dieci anni il tribunale ha riconosciuto dandomi ragione ma intanto ho dovuto chiudere l'attività perché in mancanza della regolarità contributiva non potevo più concorrere agli appalti. Nonb ho ragione di essermipentito di aver voluto ed essermi battuto per essere italiano? Grazie per l'ospitalità e la pazienza di leggere i mio sfogo e buon lavoro al dott Belpietro che quando posso seguo nelle sue telefonate mattutine Cordiali saluti Giorgio Saccorotti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog