Cerca

Opinioni su “La vita in diretta”

Egregio Sig. Belpietro Direttore di Libero, premetto che questa è la mia prima lettera che scrivo a un direttore di giornale. Mi sono deciso a farlo per una situazione che seguo sin dall’inizio e cioè la storia dei due fucilieri del Battaglione San Marco, prigionieri in India da quasi due anni (Massimiliano la Torre e Salvatore Girone). Ho pure letto la precisazione del Sig. Franco Di Mare, che devo dire non mi ha convinto e anzi mi ha dato l’impressione di una specie di resa dei conti tra i due. L’articolo di Maria Giovanna Maglie inerente “La vita in diretta” trasmesso l’8 gennaio c.m. io la trovo appropriata e la condivido. Non credo che tutti quelli che ho sentito fossero dormienti. Io ho giudicato ma è un mio pensiero, assolutamente una trasmissione non degna di quello che dovrebbe essere un organo di informazione IMPARZIALE quale dovrebbe essere la RAI (servizio pubblico per cui sono obbligato a pagare il canone. Non ho mai sentito, ma forse dormivo, vera informazione o critica su questa “strana” vicenda Ricordo invece benissimo le innumerevoli richieste di informazione inviate anche all’attuale M.A.E. nel suo profilo pubblico in Facebook nel quale non si è mai avuto alcuna risposta anzi, molti cittadini si sono visti immediatamente banati forse perché le domande risultavano troppo “indigeste”’ o perchè la di lei democrazia è diversa dalla nostra. Stesso copione mi è sembrato di percepire nella Televisione di Stato con quel programma tutto acqua e sapone o tarallucci e vino che dir si voglia e non certo vera informazione. Ritengo di vivere in un periodo dove l’informazione “vera” si trova, basta cercarla e sopratutto mantenersi neutrali. Quello che mi chiedo è perché devo continuare a sentire e, a pagare, queste trasmissioni che non fanno assolutamente informazione o forse solo informazione “pilotata”’ ma sicuramente carente di verità. Certamente qualcosa mi sarà sfuggito, forse non sarò stato attento, forse …. Comunque secondo la mia, opinabile, convinzione specifico che il servizio, a cui si fa riferimento, può essere valutato solamente nelle parole di dissenso espresse dalla Dott.ssa Maglie. Non voglio neppure commentare ne il Dott. Mario Sechi che credo già impegnato a non toccare certe immagini ne tanto meno la Dott.ssa Ritanna Armeni alla quale potrei solo consigliare di approfondire questo tema: “Diritto Internazionale” perché come più su detto, basta cercare ed essere imparziali (la TV e il popolo aprezzerebbero. Nello scusarmi per questa mia esternazione e per la pazienza che ha avuto nel leggermi Le auguro buone cose.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog