Cerca

Il quotidiano delle persone

A un certo punto dell’anno, nel Comune nella Provincia nelle Città Metropolitane nella Regione e nello Stato ovvero in enti paralleli, viene stanziata una somma per premio bonus e benefit a Dirigenti, Posizioni Organizzative, Amministratori . Nella Provincia di Udine una ricchezza. Ecco l’economia da impiegare per far riaprire la Cartiera di Campoformido, per sistemare il manto stradale di modo che non prenda quelle buche con la bicicletta,per mettere in sicurezza la scuola di quartiere e magari darle un laboratorio di informatica o un insegnante di madrelingua e/o altamente qualificato, per dare alla fabbrica dove lavora mio marito quella infrastruttura che spinge il titolare a investire all’estero perché qui si dà picche, per restaurare il sito archeologico e recuperare cultura ……… non sono lavori ma persone che lavorano ; è quel lievito per fare il pane quotidiano; una goccia d'olio per far ripartire l’ingranaggio andiamo più su fino allo Stato ed ecco la ricchezza che crea la nuova industria di energia italiana con la raccolta differenziata dei rifiuti, ne consegue lavoro , bonifica della nostra terra dai rifiuti , svincolo dalla dipendenza energetica di paesi esteri _non sono soldi da distribuire a chi è assunto nella P.A proprio per pensare e fare quel lavoro né sono soldi che l’Ente guadagna o produce per redistribuire ma Lei(Parlamento Magistratura ...) per legge deve considerarli una ricchezza da far ricadere sul territorio come fa un “buon padre di famiglia” ; subito e per tutti gli anni che serve all’Italia per mettere il calzino nel verso giusto sotto lo Stivale_. Tornerebbe fiducia nell’istituzione politica, i politici e loro diretti troverebbero la strada per redimersi dall’avidità e dalla corruzione, ripartirebbe l’occupazione quella seria, il dipendente e il cittadino avrebbe un salario e il sostentamento di valore e le tasse non inciderebbero sui consumi ma per le utilità della cittadinanza. Da qui si può fare l’Italia e degli italiani con dignità: lo stipendio deve tornare in mano al lavoratore perché possa riappropriarsi di forza contrattuale nei confronti di un sistema bancario e/o finanziario capace di far soldi per se stesso. Basta firmare privacy, trattamento dei dati per qualsiasi operazione contratto o informative perché si ha schiavizzato la libertà della persona che non può fare più niente se non firma ma a cui viene data tutta la responsabilità di quella firma La città, la terra, i fiumi sono patrimonio di tutti, tutela compresa allora cosa sono quelle leggi che impediscono a noi di agire con quella civiltà ereditata dai “nonni” Dania Marchetti Udine 15.01.2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog