Cerca

I SUV e gli anziani

A seguito del tragico episodio di Velletri (un ottantacinquenne che,innestando la marcia sbagliata sul suo SUV,ha sfondato la vetrata di una banca uccidendo una donna) si sta creando allarme nell’opinione pubblica e c’è chi già invoca una stretta sull’uso degli autoveicoli da parte di persone avanti negli anni (quanti ? : 70,75,77e mezzo ?). Limitare loro la guida di vetture di elevata potenza,escluderla nelle ore di buio (copiose da inizio ottobre ad aprile inoltrato) oppure sulle autostrade (più sicure di certe strade provinciali e cittadine) sono le ipotesi più gettonate. Come spesso accade,gli italiani,impulsivi per carattere e abitudini ancestrali,tendono ad emettere leggi che vorrebbero essere su misura per ogni (mal) fatto accaduto. Esemplare la legge sul “femminicidio” e quella che aleggia nel limbo delle istituzioni : il gay-cidio. Siamo purtroppo abituati a legiferare sulla base della nostra emotività,quando sarebbe più razionale e positivo intervenire individualmente con più accurata valutazione delle condizioni psicofisiche di chi deve,per legge esistente,”ripatentarsi” ogni paio d’anni. C’è da notare che il rinnovo più frequente dell’esame di guida (Annuale ? Semestrale ? Trimestrale ?) contribuirebbe ad ingrassare le agenzie preposte alla bisogna aggravando le spese per l’anziano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog