Cerca

Oscenità d'Italia #2 - i pediatri

Non volendo citare la #1, vorrei attirare l'attenzione di qualcono sulla #2, ovvero il nostro spesso elogiato sistema sanitario. Questo, lungi dall'esser sbagliato nell'architettura, è, tuttavia, "marcio dall'interno"; prima che qualcun altro mi rubi la scena, vorrei evidenziare un fatto evidente a tutti, ma apparentemente invisibile (come fu per tempo il finanziamento illegale ai partiti) ai troppi... Ebbene si, i medici, in media, sono disonesti ed i pediatri sono al vertice della piramide; sono certo che qualcono concorderà con me sul fatto che quasi nessun pediatra della mutua accetta di fare una visita a domicilio (neanche in presenza di forti rialzi febbrili) e, ancor peggio, quasi nessuno "incoraggia" le madri a portare il cucciolo in visita ambulatoriale. Perchè? So che lo sapete, ma, a scanso di equivoci ve lo spiego: Pediatra mutua A ha in carico Bimbo A, Pediatra mutua B ha in carico Bimbo B. Pediatra A non visita Bimbo A, Pediatra B non visita Bimbo B. L'unica soluzione, pertanto è affiancare un pediatra "privato" (a pagamento) per il proprio figlio... ed ecco il miracolo: Pediatra A diventa efficiente privato per il Bimbo B, mentre Pediatra B diventa efficiente privato per Bimbo A. Così il risultato globale è: 1- nessuno può godere del grandemente costoso sistema sanitario pubblico e tutti pagano un costoso pediatra "privato" per avere un servizio accettabile. 2- Tutti i pediatri hanno il contributo mutuati come grazioso "dono" a fronte di pressochè nessuna prestazione, e lucrano sulle prestazioni "private" per i mutuati del collega. Dato che queste cose le vedono tutti ma non ne parla nessuno, cosa ne dice, Dott. Belpietro, di fare una inchiesta giornalistica vecchio stile?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog