Cerca

ITALIA NAZIONE SENZA CONFINI

Egregio Direttore. Da poco ho appreso dell'abolizione del reato di clandestinità e ripensandoci ritengo che prima essere messo al mondo avrei dovuto sapere in quale nazione stavo per nascere perchè se l'avessi saputo prima avrei detto ai miei genitori di cambiare nazione. Tutta questa mia riflessione scaturisce a seguito di questi politici incapaci e privi di amore per la patria e ripenso a tutti quei caduti che hanno dato la vita per l'onore italiano. Oggi, per colpa di questi dementi, siamo la nazione più beffeggiata del pianeta terra e a conferma di quanto asserisco le prove li dimostrano ogni giorno ad iniziare dalla vicenda marò fino a tutte quelle azioni che subiamo sia dalla comunità europea che da tutti questi immigrati che, nelle loro nazione rigano dritti,mentre da noi commettono atti e delitti che non vengono perseguiti o quantomeno non espiano una certezza della pena. Tutto questo grazie a questi parlamentari privi di personalità o quanto meno la personalità è nella loro indole di accaparrarsi i propri privilegi. Spero ardentemente che appena entrata in vigore in decreto di decadenza del reato di clandestinità, porti un aumento considerevole delle rapine e furti alle proprietà di tutti quei parlamentari che hanno votato favorevolmente questo decreto così possano capire che significa subire un danno sia economico che morale. Per tutti questi parlamentari favorevoli provo solo disgusto e schifo. La nazione in cui si nasce è un bene immenso e nessuno estraneo è libero di prendersi la licenza di calpestare il terreno senza adeguarsi alle regole della nazione stessa. Distinti Saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog