Cerca

Tutti a casa loro

Gentile Direttore, purtroppo assistiamo quasi ogni giorno allo scandalo dei clandestini, che, senza essere affatto chiamati (o forse qualcuno li fa venire? mah ...), una svolta sbarcati in Italia cominciano a protestare per il trattamento ricevuto, secondo loro non giusto e disumano. Ma, dico io, perché non se ne stanno a casa loro? Mi sembra tanto ovvio! Chi gliela fa fare di rischiare la vita per recarsi in un posto dove sanno già che non si troveranno bene? Perché, dunque, non se ne restano nei loro paesi? Farebbero un gran piacere a loro stessi e, vivaddio, anche a noi, oltre a farci risparmiare un montagna di soldi, buttati via a favore di chi, oltre tutto, non mostra un minimo di riconoscenza. Con buona pace di quella parolaia anti-italiana della Kyenge e dei luminosi, irrealistici, principi del Papa e dei suoi simpatizzanti sinistrorsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog