Cerca

ESTREMA SINTESI TENTATA O VECCHIO E STORICO TIMORE - TERTIUM ...

Finalmente la complicatissima sintesi della definizione della politica contemporanea, come per lo più praticata senza soluzione di continuità rispetto al passato recente e remoto, può essere così scritta a mio avviso. Dunque eccola. La politica è come una canzone o canzonetta italiana. Può non dispiacere anche se non se ne conosce il titolo e può dispiacere anche ove se ne conosca il titolo. Non pare una organizzazione, anche se presuppone una organizzazione collaudata o studiata. Senza il suo vero testo filosofico però rimarrebbe una musica nuda o senza note, più o meno capace di dare i numeri. In genere non è per tutti anche se pubblica e non è pubblica anche se per tutti. Per questo può non essere bastevole o sufficiente garanzia di conoscenza delle sue nozioni alfabetico periodiche; per questo è spesso insufficiente a garantire il suo presupposto organizzativo. Sia per i primi sia per i secondi e sia per ogni altro eventuale discendente. Perciò la sua serietà, solitamente, prescinde dalla qualificazione della sua essenza: canzone o canzonetta. Questione, anche se non solo, di italica memoria. Vexata. Su, Italia! Forza! Votiam! Votate! Votino! Oppure no. Bye Sud. Bye Nord. Un cordiale saluto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400