Cerca

Solidarietà a RENATO su india

Renato, hai la mia totale solidarietà. Ci sono molte cose che tutti noi possono fare ogni giorno. Mi disgusta il silenzio dei nostri partiti ed altre istituzioni che NON manifestano sotto le ambasciate indiane... sono troppo occupati a danzare sulle note della legge elettorale per accorgersi che il Titanic Italia sta affondando. Io sono un professionista che talvonta si reca in Kerala per lavoro. Da parte mia ho deciso di rifiutare tali incarichi, fino a data da destinarsi; quanti altri Italiani sono impegnati a contribuire al benessere dell'india? Ebbene, restino a casa. Quanti indiani lavorano in Italia con permessi di lavoro? Vengano revocati e offriamo queste opportunità ai nostri disoccupati. Non confondiamo mitezza e vigliaccheria e non scambiamo le vite di nostri compatrioti per ipotetiche impunità contrattuali... l'Italia è sempre stata una matrigna per i suoi stessi figli, alziamo la voce!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400