Cerca

Il velo islamico della Bonino

E' unanime la speranza che l'Iran esca dal suo isolamento minaccioso e si apra alle Istituzioni internazionali, in particolare all'UE. Per questo siamo disposti a tutto, anche a rinunciare a uno dei principi fondanti dell' Unione, come la parità dei sessi. L'imposizione del velo islamico a una ministra di uno stato dell' Unione e alle sue accompagnatrici a me è sembrata intollerabile, per questo mi aspetterei una protesta ufficiale dal governo italiano e dalle autorità europee. Mi sembra, invece, che questa umiliazione sia stata accettata in silenzio, poiché il realismo suggerisce di far finta di niente. La magnanima accettazione di ogni diversità culturale entro i nostri confini non è ripagata dal rispetto dovuto a una rappresentante delle Istituzioni di un Paese straniero. La civiltà europea sembra perdente di fronte all'intransigenza islamica, accettata supinamente da tutti coloro che, in nome di astratti principi di tolleranza, sono disposti a rinunciare a tutto ciò che l' Occidente ha costruito nel corso della sua storia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog