Cerca

Una scena da "amici miei" di Monicelli...dal Salotto di Bartolo Fontana

Un monumento di tre metri per tre, due tonnellate di acciaio, è stato messo di fronte alla cavea del Circo Massimo, una delle aree più tutelate d’Italia. L’autore (e artista) di questo “numero” è Francesca Visalli che arriva di notte, col suo camion, tra il 24 e il 25 novembre del 2013. Da quel momento, fino a ieri, la scultura è rimasta al suo posto, indisturbata. Nessuna autorizzazione, nessun permesso, nessun controllo. Le considerazioni o le battute si potrebbero sprecare ma, francamente, l’episodio è triste, desolante. Venezia, Firenze…Roma, un tempo musei a cielo aperto. Ora, cloache a cielo aperto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog