Cerca

La Giustizia sotto le lenzuola

La Cassazione ha confermato, dopo una precedente assoluzione in appello, la condanna a due anni e sei mesi di reclusione per violenza sessuale - seppure nell’ipotesi di minore gravità - a carico di un pastore siciliano di Caltagirone,che al rientro dal pascolo e dalle attività di accudimento delle pecore imponeva alla moglie rapporti sessuali senza "praticare alcuna igiene e pulizia del proprio corpo" come gli chiedeva, inutilmente, la consorte che desiderava che l’uomo si facesse almeno una doccia. La donna rifiutava i rapporti sessuali solo per scarsa igiene del marito ma li avrebbe consentiti se lo stesso si fosse preventivamente lavato. L’avevo detto io,che l’ineffabile Giustizia italica nelle lenzuola dei coitandi prima o poi sarebbe penetrata,ma avevo supposto che lo avrebbe fatto soltanto per imporre il numero degli “esercizi" permessi o imposti nell’ordine di tempo. Faccio ammenda,mi sono sbagliato anche stavolta…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog