Cerca

Quale futuro?

Mi sono fatto da piccolo giovanotto tutta la seconda Guerra mondiale. Ho vissuto da orfano ogni tipo di problema oltre una fame bestiale! Eppure, in ognuno di noi c'era qualcosa che ci manteneva in vita: un futuro migliore, una consapevolezza di andare avanti decisi ad ogni costo. Oggi, (io sono arrivato e mi tengo fuori) penso ai giovani. Un magazzino natura in via di esaurimento, popolazione mondiale in aumento, discorsi e ignoranza politica priva di prospettive, un futuro incognito che nessuno riesce a spiegare e progettare. Un caro augurio di cuore a tutti giovani che si mettano in gioco fin che c'è tempo!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog