Cerca

Pietro Grasso fuori dalle regole

Egregio Direttore, generalmente le associazioni, le fondazioni, le corporazioni e i circoli quando intervengono in una questione che riguarda i loro associati lo fanno per difenderli nella presunzione della loro innocenza, mai per accusarli anche se apparentemente colpevoli; basta l'esempio della CGIL che si batte come un leone anche se si tratta di salvare dal licenziamento individui che lo hanno ampiamente meritato. Pietro Grasso è di parte, battiamoci per la sua rimozione. Cordiali saluti, Umberto Farachi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog