Cerca

IL REFERENDUM SVIZZERO

Caro Direttore, la notizia del referendum svizzero che limiterà l’ingresso di lavoratori stranieri non può che farmi esultare e sognare che si possa fare anche da noi. Gli svizzeri non sono ipocriti, né falsamente buonisti, sono invece concreti. Sono forse egoisti, e dopo il referendum saranno “ ufficialmente “ razzisti… ma … beati loro! La crisi evidentemente è arrivata anche là e mi sembra un DOVERE , da parte di un governo, provvedere prima ai propri cittadini e poi agli altri! Questo si chiama RISPETTO verso i propri cittadini e lavoratori. Da Italiana sono dispiaciuta per i nostri lavoratori che forse non potranno lavorare più in Svizzera, ma realisticamente, e sempre da Italiana ritengo che se non mantenessimo le migliaia di extracomunitari in nome di una folle, falsa, finta solidarietà, gli stessi italiani oggi costretti a lavorare all’estero , troverebbero invece lavoro in Italia, giusto? E la smettano i nostri governanti e i signori di sinistra di dire che gli extracomunitari sono una risorsa e fanno ciò che gli italiani non vogliono fare, perché sappiamo benissimo che non è vero. Semplicemente, gli extracomunitari accettano di farsi sfruttare, di lavorare in nero a 3 euro l’ora e senza tutele. Tanto a loro i contributi non servono, visto che un domani se ne torneranno a casa. Inoltre, il cambio con la valuta dei loro Paesi è sempre molto favorevole. Se in Marocco un gelato costa l’equivalente dei nostri 10 centesimi, è facile fare il conto di quanto valga per loro uno stipendio di 3 euro l’ora!. Se in Italia vengono solo a lavorare, anche lo sfruttamento và bene, in funzione di un futuro tranquillo per sé e le loro famiglie un domani che torneranno a casa. Un sacrificio che ha un senso! Noi , invece, in Italia ci viviamo, e ci piacerebbe restarci. Ma il nostro futuro sarà da barboni….e i nostri sacrifici non servono a nulla se non a pagare le tasse. Voglio sognare, perché sperare sarebbe già troppo, che un giorno anche a noi sia data la possibilità di andare alle urne per un referendum del genere. Nel segreto dell’urna.... chissà! Potremmo scoprire che in molti pensano ciò che nessuno osa dire, tranne la Lega Nord, che “naturalmente” è definita populista e razzista! Distinti saluti M. Gibellini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog