Cerca

Fine della storia?

Sono un piccolo imprenditore di 66 anni che costruisce apparecchiature elettriche di comando per acquedotti e depuratori. Da più di 40 anni fornisco in subappalto le imprese che vincono le gare per la loro costruzione. Da 40 anni fatturiamo il 100% della nostra produzione lavorando solo per opere pubbliche con tutte le problematiche inerenti. Ora, causa i mancati pagamenti dei nostri clienti, rischiamo di chiudere la nostra attività. Le grosse ditte che si aggiudicano gli appalti pubblici milionari molte volte hanno solo uffici in affitto e se non vengono pagati dagli enti non pagano noi e quindi non subiscono contraccolpi economici, anzi hanno un beneficio scaricando l’IVA delle nostre fatture. In più loro possono detrarre i loro crediti dalle tasse. ASSURDO! Noi che in forma anonima li abbiamo serviti paghiamo IVA, materiali, dipendenti, tasse ecc. e non recuperiamo a volte nemmeno un euro rischiando il default in quanto anche ricorrendo agli avvocati spostiamo i problemi di 10 anni, come è già accaduto, con le relative spese. Come abbiamo scritto 20 anni fa al Presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, non vogliamo niente da nessuno, vogliamo solo rientrare in possesso dei nostri sacrosanti e dovuti soldi per poter continuare. Se non sarà così chiuderemo aziende sane, solide e con esperienze tecniche pluriennali e i giovani non avranno la possibilità di essere da noi assunti per avere un reddito di cui vivere ed imparare un mestiere. Renzi ha solo poche settimane per poterci aiutare a non chiudere, poi sarà la fine…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog