Cerca

In giustizia

Buongiorno, ho avuto un incidente con lo scooter a Milano. Con una ragazza in bicicletta. Lei è stata multata per guida sul marciapiede e a me non hanno fatto nessuna contravvenzione, in quanto avevo ragione. Andavo a 20 all'ora, avevo messo la freccia per svoltare, avevo la moto assicurata, il casco etc................. A me nessuno mi ha soccorso e mi hanno lasciato per terra con la moto sulle gambe. Lei aveva almeno una decina di persone che la soccorrevano, me compreso. Io mi ero fatto un po male alle caviglia e a una coscia e ovviamente ho graffiato la moto, ma ho voluto soprassedere con la richiesta danni. Dopo l'incidente, ho aspettato che la ragazza si rialzasse e gli ho chiesto cosa volesse fare e lei mi ha detto "niente, sto bene, voglio andare a casa". Me ne sono andato esortandola a stare più attenta. Dopo una settimana mi hanno contattato i vigili e mi hanno denunciato per omissione di soccorso. In quanto, dopo che me ne sono andato, qualcuno (non la ragazza) ha chiamato l'ambulanza e ha convinto la ragazza a recarsi in ospedale. Dopo 2 anni e mezzo, nonostante avessi ragione, nonostante la ragazza avesse chiarito la dinamica esattamente come la ho raccontato io, mi hanno condannato per "omissione di soccorso" a 8 mesi più 18 mesi di sospensione patente. Non ero ne drogato, ne ubriaco e non ho commesso nessuna infrazione. Io faccio il rappresentante e ho un figlio di 4 mesi e sono l'unica fonte di reddito della famiglia. Come possiamo sopravvivere a 18 mesi senza lavorare? Io non sono ricco e non ho altri redditi ne so fare altri lavori. Ma che giustizia è? Ma nemmeno a un criminale si da una pena tanto assurda. Il giudice ha condannato me, mio figlio e la mia compagna a MORTE certa. Come faremo a pagare, mutuo, cibo etc................. DOVR0' DELINQUERE PER MANTENERE LA MIA FAMIGLIA. cordiali saluti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog