Cerca

On.le Ministro Dott. Delrio

On.le Ministro Dott. Delrio, come medico lei sa bene che urge suturare la ferita da cui copioso esce il sangue. È un principio elementare per la salvaguardia della vita umana, applicato con urgenza in tutti i Pronto Soccorso. Orbene, il sistema Italia è affetto da una grave ed inarrestata emorragia (economica), universalmente addebitata ad esorbitante prelievo fiscale per mantenere un elefantiaco sistema burocratico e politico. In queste condizioni parlare di ripresa e nuovo lavoro è come chiedere ad un individuo esangue di darsi da fare, anziché giacere in ospedale ! Mi permetto rammentare al medico e politico che nei lager nazisti morivano come le mosche non per emorragia, ma per fame. È come pretendere di far andare un’auto senza mettere benzina. Il principio non cambia. Nelle sue prime dichiarazioni da sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, afferma che in questo momento lo stato non può licenziare. Mi sembra un paravento politico inaccettabile e teso non ad arrestare l’emorragia, ma a mantenere il su richiamato statu quo. In pratica lei predica di mantenere le sanguisughe a spese di chi dovrebbe produrre. Se muore, come in effetti sta avvenendo, poco importa. Vivono le sanguisughe, fin che c’è sangue. E poi ? Come medico sarebbe un fallito da mandare a calci fuori da qualunque Pronto Soccorso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog