Cerca

lettere al direttore

L'Imbeccata

News da Radio 105

Rihanna manda Parigi nel caos

Rihanna manda Parigi nel caos

Rihanna manda Parigi nel caos. La capitale francese è letteralmente impazzita per la popstare delle Barbados. Rihanna aveva invitato i suoi ......

 

ascolta ora

Radio 105

Il movimento dell'economista

Giannino scende in campo
"Un partito in autunno"

Il giornalista: "Se ci saranno le condizioni siamo pronti". Obiettivo: meno tasse, più merito

Giannino scende in campo
"Un partito in autunno"

Meno spese e meno tasse, più merito e liberalizzazioni. Oscar Giannino scende in campo e pubblica il suo manifesto politico "Fermare il declino", in vista di un partito che, se ci saranno tutte le condizioni, potrebbe nascere già il prossimo autunnoIl punto di partenza è che  “la classe politica emersa dalla crisi del 1992-94 ha fallito” e “deve essere sostituita”. Per crescere l’Italia, spiega il giornalista, “deve generare mobilità sociale e competizione, rimettendo al centro lavoro, professionalità, libera iniziativa e merito individuale”. E deve necessariamente “smantellare la rete di monopoli e privilegi che paralizzano il paese”.

Il programma politico - Secondo Giannino se si vuole dare un futuro ai giovani bisogna “tagliare e rendere più efficiente la spesa, ridurre le tasse su chi produce, abbattere il debito anche attraverso la vendita di proprietà pubbliche, premiare il merito tra i dipendenti pubblici, promuovere liberalizzazioni e concorrenza anche nei servizi e nel sistema formativo, eliminare i conflitti di interesse, liberare e liberalizzare l’informazione, dare prospettive e fiducia agli esclusi attraverso un mercato del lavoro più flessibile ed equo”. E nessun partito, sostiene il giornalista, si pone davvero questi obiettivi.

Il partito, il leader e le primarie - Spiega Giannino che "se avremo sostegni e seguito", "se ci saranno i numeri" il partito può nascere il "prossimo autunno" e non avrà "alcun leader preconfezionato o di plastica. Se e quando verrà il momento, chiunque abbia aderito sulla base di un’esplicita adesione al programma e soddisfi precisi criteri sia di morale personale che di trasparenza che di assenza d’ogni conflitto d’interessi, non potrà evitare di essere sottoposto a primarie. E chi vince le primarie diventa il leader".

Nessuna alleanza - "Fermare il declino" vuole essere "al di sopra o avanti". Dice Giannino: "Parliamo a tutti, sia a destra che a sinistra. Ma sui contenuti concreti e sulla moralità personale non transigiamo. E tentiamo di nascere per essere alternativi a entrambe". Del resto c'è un bacino di elettori di centrodestra ma anche di centrosinistra, che non si riconosce al momento in alcun partito e che potrebbe ritrovarsi in questo programma. Quindi, "perché regalare voti a Grillo?".

I sostenitori - Per ora a sostenere il partito ci sono già centinaia di accademici, professionisti, imprenditori, manager ed esponenti dell’associazionismo e della società civile. Qualche nome? Gli economisti Michele Boldrin, Sandro Brusco, Andrea Moro, Alberto Bisin; Alessandro De Nicola dell’Adam Smith Society; Alberto Mingardi e Carlo Stagnaro dell’Istituto Bruno Leoni, Luigi Zingales della University of Chicago. E poi c'è la prima fila di Italia Futura e la decisione di Carlo Calenda, Andrea Romano, Federico Vecchioni, Irene Tinagli, Nicola Rossi di divenire copromotori del manifesto. Infine Emma Marcegaglia che ha condiviso sin dall’inizio l'intento del movimento ma che in quanto ex presidente di Confindustria e per evitare equivoci e polemiche non è firmataria del manifesto. 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • thegoodfinance

    05 January 2013 - 22:10

    Bravo Oscar! Sono, e siamo, con Te. Nel piccolo ed ormai ex ovattato Lussemburgo qualche cenno di vita emerge ancora. Come possiamo renderci utili, ora che il tuo manifesto politico potrebbe averci distolto dalla idea di non ritirare le schede elettorali e far mettere a verbale che siamo in molti a non sentirci rappresentati da nessuno? Come renderci utili al paese anche da expatried ora che hai risvegliato qualche guizzo di orgoglio liberalrepublicano che ormai dorminva da anni cullandosi nel ricordo di De Gasperi e di La Malfa padre? Possiamo divenire copromotori del manifesto anche noi, modesti operatori economici che negli ultimi due decenni hanno creduto fattivamente nell Europa unita anticipando gli scambi operativi e commerciali e poi si sono visti penalizzare e considerare come meri operatori che agevolano la finanza facile? Siamo ancora in tanti a lavorare onestamente tra l'Italia ed il Lussemburgo. Dacci un segnale! Grazie

    Rispondi

  • AdrianoFiorenzo

    04 September 2012 - 20:08

    Ci vogliono persone come Lei Prof. Giannino siamo un gruppo di una 40 di persone che la seguiamo con interesse, perché questa nostra Italia ha bisogno di cambiamento Politica, in Italia ci sono ancora tante persone oneste che vuole il cambiamento, che vogliono lavorare , quando vedo questa povere persone che perdono il lavoro, mi immedesimo in loro pensando quando guardono i loro figli come si debbano sentire cosa che i nostri politici lasciamo,perdere... Le facciamo i nostri auguri e confidiamo in (fermiamo il declino)

    Rispondi

  • LENABOGOSSIAN

    30 July 2012 - 15:03

    .........non desidererei proprio che l'esimio Professor Giannino andasse ad intasare le autostrade del Transatlantico con la sua possanza ed imponenza!!! Vi immaginate un Capo del Governo o addirittura un Presidente della Repubblica con una simile "statura"? Roba da ribaltare i tavolini!!! Hai voglia ad intelligenza!! Ci vuole anche della sostanza. Signor Giannino, visto le sue capacità cerebrali eccelse perché non impersona qualcuno tanto caro nei secoli passati ai Re di Francia? Tali Mazarino e Richelieu? Sarebbe buona cosa per lei e per noi. Noi non avremo mai il "piacere" di vederla e lei avrebbe il potere nelle mani, che è poi quello a cui ambisce!!!

    Rispondi

  • elioselios

    29 July 2012 - 21:09

    Del Prof. Oscar Giannino ho avuto l’occasione di ascoltare alcuni suoi interventi in televisione principalmente su temi di economia, e per quanto ne capisco, mi sono sempre sembrati equilibrati e collegati con competenza agli argomenti di confronto. È sicuramente d’intelligenza limpida liberale e credo non sia impastoiato come invece lo è, la totalità dei rappresentanti politici del momento. Ed è per questo motivo, che considero positivo la scesa in campo di persone nuove, con concetti attuali per veramente intraprendere un percorso di vera politica. E poi ovviamente e onestamente,speriamo! Tanto peggiore dei politici italiani attuali è molto difficile imbattersi.

    Rispondi

Mostra più commenti

Shopping

blog