Cerca

Comici contro

Zalone premiato al MonteCarlo Film Festival

Checco Zalone


Principato di Monaco. L'11° Monte-Carlo Film Festival “de la Commèdie”ideato e diretto da Ezio Greggio, ha premiato , Checco Zalone per “Sole a catinelle”, come protagonista della migliore commedia dell'anno, mentre Alessandro Siani ha ricevuto un premio speciale. Questione di box office Ma in un'atmosfera di grande festa e di grandi stars internazionali il conflitto tra Zalone e Siani è apparso subito evidente. I due attori hanno fatto di tutto per evitarsi rimanendo chiusi nelle stanze dell'albergo. “Nei due giorni a Montecarlo”- ci confermano gli addetti ai lavori-”non si sono voluti ne vedere, ne incontrare”. Infatti , dove arrivava uno, spariva l'altro. Durante la serata di Gala finale all'Auditorium Ranieri III, il padrone di casa Ezio Greggio ha mantenuto il solito aplomb, mentre i due sono apparsi sul palco, uno lontano dall'altro. Il primo a prendere gli applausi è stato Zalone, che ha dichiarato:” Sono venuto la prima volta cinque anni fa, quando non mi conosceva nessuno. Questo festival mi ha portato fortuna! Grazie Ezio per avermi chiamato ancora”.

Al re di Striscia le battute non sono mancate: “Ti ho chiamato”- ha risposto-” perché devi ancora saldare il vecchio conto dell'albergo”. Entusiasta il pubblico francese a cui Zalone ha promesso:”Mi riposo qualche mese e poi torno al cinema. Ho un ego che si sta evolvendo”. E Siani? E' arrivato quando Zalone è andato via. Stesso successo, stessi applausi dai francesi. E battute al vetriolo, anche sul festival di Sanremo: “Dopo la visione del festival, dove sono stati ospiti la Carrà, le Kessler e Tony Dallara”- ha dichiarato-” non so se ora dobbiamo ancora pagare il canone Rai o l'IMPS. Ma qui si sta bene. E' tutto perfetto. Se trovi una carta a terra è una carta di credito. Peccato che il caffè costi cinque euro. Forse i chicchi per arrivare nei bar di Montecarlo prendono il taxi. A Milano, invece, si prende l'aperitivo. Si dice: ci facciamo un'ape? Ma se la stessa domanda la fai a Napoli si trasforma subito in: ci rubiamo un tre ruote?”. Intanto Siani terminato il tour teatrale “Sono in zona”, a maggio inizierà a girare il suo nuovo film che avrà come location un piccolo paese della Costiera Amalfitana. Protagonista femminile Serena Autieri: “Torno da dove ho cominciato”, ci confessa-” tra la gente semplice, proprio come me. Il successo non mi ha cambiato”.

Annamaria Piacentini 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog