Cerca

www.dovesalute.gov

Arriva il Tripadvisor degli ospedali

Arriva il Tripadvisor degli ospedali

Le strutture ospedaliere valutate nello stesso modo in cui Tripadvisor classifica hotel, ristoranti e attrazioni turistiche. Ad annunciarlo è stato il Ministro della salute Beatrice Lorenzin che ha mostrato oggi, all’Auditorium del Ministero in Lungotevere Ripa a Roma, il nuovo sito web www.dovesalute.gov gestito dallo stesso dicastero. Informazioni e contatti, mappa con l'indirizzo e indicazioni stradali, servizi presenti e commenti di altri utenti che hanno usufruito della struttura, con valutazioni da una a 5 stelle. Anche la salute entra nel mondo 2.0 mettendo in interconnessione i pazienti/utenti tramite recensioni e consigli.

L'utilità - Dal medico ai pasti, dalla pulizia alla disponibilità del personale, passando per il rispetto della privacy. Il sito, secondo gli sviluppatori, consentirà una massima trasparenza e conoscenza della qualità sanitari.L'obiettivo è quello di facilitare l'uso dei servizi sanitari e sociosanitari, rendendo disponibili i dati sulle caratteristiche strutturali, funzionali e di attività delle strutture che costituiscono la rete di offerta sanitaria. L'idea della Lorenzin era già in tasca con il governo Letta. Lo scorso settembre aveva manifestato l'interesse nel dare il via ad un "TripAdvisor per la sanità" per gli ospedali. "Un sistema social - affermava la ministra di Ncd - per permettere ai pazienti italiani di condividere informazioni riguardanti i ricoveri, il tasso di morte, l'igiene e anche la gentilezza dei professionisti della salute". Durante la presentazione alla stampa di lunedì 3 marzo ha spiegato che "l'obiettivo e' fare un passo avanti per la trasparenza e fare degli 'open data' un mantra. I cittadini potranno inserire nel motore di ricerca la loro malattia e la citta' di residenza, ottenendo informazioni sugli Irccs più vicini dove si cura la patologia. Avranno anche la possibilita' di fare commenti sui servizi di cui hanno usufruito. Si parte dagli Irccs (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), ma spero che le Regioni ci daranno presto i dati su tutte le strutture sanitarie italiane". Quindi prima Irrccs poi ospedali, ambulatori, ma anche farmacie, medici di medicina generale e pediatri di famiglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

blog