Cerca

Stato a caccia di tasse

Pd, Forza Italia e 5 stelle: la legge tri-partisan per legalizzare la prostituzione

In Italia sono 70mila i "lavoratori del sesso". Dalle loro tasse introiti per lo stato da 5 miliardi di euro

Pd, Forza Italia e 5 stelle: la legge tri-partisan per legalizzare la prostituzione

E' un disegno di legge tri-partisan, quello che si pone come obiettivo la legalizzazione della prostituzione, definita "lavoro sessuale". La prima firmataria, Maria Spilabotte del Pd, è stata seguita dai colleghi democratici Sergio Lo Giudice e Monica Cirinnà, ma anche dall'azzurra Alessandra Mussolini e dai 5 Stelle Annalisa Bencini e Lorenzo Battista. Riguarderebbe, la riforma, circa 70mila prostitute che secondo le statistiche collezionano 9 milioni di clienti l'anno e che porterebbero nelle casse del fisco, trasformandosi in lavoratrici legalmente riconosciute, tra i 5 e i 10 miliardi di euro l'anno. La riforma guarda al modello della Germania e dei Paesi Bassi, dove i lavoratori del sesso sono considerati liberi professionisti con l'obbligo di versare le imposte, ma vieterebbe l'apertura di bordelli. Il ddl darebbe inoltre ai sindaci il potere di creare delle zone a luci rosse dove concentrare la prostituzione cittadina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Franco Boscaro

    05 Marzo 2014 - 10:10

    Finalmente,erano anni che mi aspettavo di leggere una notizia come questa sulla prostituzione in Italia,grazie alla sen.Merlin , abbiamo perso un mare di soldi che sarebbe entrato nelle casse dello stato, Un applauso ai firmatari del DDL, Forza Italia, PD e M5S

    Report

    Rispondi

  • blu521

    05 Marzo 2014 - 10:10

    Legge bipartisan, visto che pd e farsa italia sono la stessa cosa. Il nano però preme per legalizzare quella minorile: per lui dopo i 18 sono pensionande!

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    05 Marzo 2014 - 10:10

    Sarebbe anche ora... forse diventeremo un paese civile.

    Report

    Rispondi

  • Marco_Aurelio

    05 Marzo 2014 - 09:09

    Beh....sarebbe un primo passo verso un Paese civile e normale e non in preda ai "cosiddetti" cattolici e ai "clerical-chic" che popolano l'aerea dei benpensanti d'italia!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog