Cerca

E' guerra aperta

Renzi: "Sapevo che i numeri non erano quelli di Letta..."

Renzi: "Sapevo che i numeri non erano quelli di Letta..."

L'Europa mette al guinzaglio Letta: ieri Bruxelles ha messo nella lista dei "cattivi" l'Italia insieme a Slovenia e Croazia, tra i Paesi con squilibri macroeconomici che vengono giudicati "eccessivi". Ma Renzi, seguendo l'esempio dei tutti i politici, "scarica" su Letta  le responsabilità. La pace (armata) tra i due è definitivamente rotta con le parole del premier:"Sapevamo che i numeri non erano quelli che raccontava Letta, ma siamo gentiluomini e non abbiamo calcato la mano. Ora dobbiamo correre: se è vero che i mercati hanno fiducia in noi, è vero anche che non possiamo scherzare".

L'agenda Si comincia lunedì quanto il ministro dell'Economia Padoan si presenterà a Bruxelles per l'Eurogruppo. Il problema è quello di riuscire a uniformarsi alle pressioni dell'Europa e rilanciare la cresita del paese. Mercoledì della prossima settimana Renzi varerà il famoso Job Act, nel pacchetto da portare a Bruxelles si sta ragionando sulla possibilità di inserire oltre alla riforma del mercato del lavotro anche l'abolizione delle Province, la delega fiscale, il pagamenti dei crediti vantati dalle imprese verso lo Stato. I "nodi" stanno venendo al pettine, adesso Renzi si sta accorgendo che le parole non bastano, servono fatti. La bastonata della Ue è una mazzata pesantissima, la sua prima reazione è stata quella di scaricare tutto su Letta.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giovanniv36

    25 Marzo 2014 - 15:03

    È proprio tutto suo Papi.

    Report

    Rispondi

  • stonefree

    06 Marzo 2014 - 21:09

    E' vero e come dicono tutti sul predecessore, ma onestamente il governo letta era entrato in una fase di stagnazione e a portare qualche correzione dei conti non pensavano affatto.

    Report

    Rispondi

  • marari

    06 Marzo 2014 - 15:03

    Patetico! Tipico di chi non ha il Quid.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    06 Marzo 2014 - 14:02

    Mentre Cameron si mostra alquanto divertito per le fregnacce dette da Renzi in un Inglese alla 'ribollita', la Merkel si vede benissimo che è rimasta sbigottita e costernate per le bischerate sciorinate da Renzi. Sembra che lei dopo tra alcuni intimi lei abbia detto: "Italien mit diesem Kauz als Premier wird ein jähes Ende machen". (L'Italia con questo tizio come Premier farà una brutta fine).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog