Cerca

L'ultima del Loden

Mario Monti: "La crisi? Tutta colpa di Italia, Francia e Germania"

Mario Monti: "La crisi? Tutta colpa di Italia, Francia e Germania"

"La crisi? Tutta colpa dell'italia". Mario Monti non riconosce le sue colpe e rilancia: "Questa situazione l'abbiamo voluta noi". L'ex premier scorda le mazzate fiscali del suo governo che hanno di fatto azzerato il potere d'acquisto degli italiani trascinando il Paese in una recessione senza precedenti e prova - nuovamente - a scaricare tutte le responsabilità sui governi precedenti al suo. Così Monti punta il dito verso Italia, Germania e Francia che indica come gli "artefici" della crisi economica in Europa.

L'accusa - Parlando in una conferenza organizzata dal governo maltese in collaborazione con The Economist, Monti dice che non è responsabilità del sud Europa, di Paesi come la Grecia, se la crisi ha colpito il Vecchio Continente, ma "sono stati la Germania e la Francia con la complicità dell'Italia". Secondo il Loden la crisi risalirebbe al 2003 quando la Germania e la Francia - con la complicità dell'Italia - sono stati lasciati in libertà di sfondare il patto di stabilità. E così, dando per contato che la tesi di Monti sia vera, per sistemare i conti e soprattutto per rilanciare la crescita il suo governo ha deciso di tassarci con l'Imu e di alzare l'Iva dal 21 al 22 per cento, innescando così una contrazione dei consumi fatale che, come conseguenza, ha provocato anche il crollo della produzione industriale. Insomma la crisi avrà anche tante radici nel tempo, ma di sicuro il Loden non è esente da colpe. 

 





Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • saswati

    16 Agosto 2014 - 17:05

    stramaledetto!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • papik40

    02 Aprile 2014 - 00:12

    Lui "NON HA DECISO" un bel nulla: ha fatto i tagli imposti da Frau Von Kulen! Questo mostro di intelligenza economica scelse di vampirizzare la classe media impoverendola e da a noi la colpa della contrazione dei consumi e del calo della produzione industriale ! Questo tizio tutto boria e teoria dovrebbe creare un club insieme a Boldrini e Razzi!

    Report

    Rispondi

  • piododicesimo2013

    09 Marzo 2014 - 18:06

    il vecchio detto "tanti pochi fanno assai" è obsoleto ma sempre valido. Ogni anno milioni di euro vengono spesi inutilmente per carrozzoni ed enti statali inutili e per il loro mantenimento. Si parla spesso di abolire il finanziamento pubblico ai partiti che costa allo stato quasi una finanziaria..ma nessun governo ancora l'ha fatto. Bisognava accorpare le date per le varie lezioni e risparmiare,

    Report

    Rispondi

  • parigiro

    09 Marzo 2014 - 09:09

    Perché non lo ha detto quando andava a baciare l'anello alla merkel ? Sei un cialtrone neanche un condominio ti farei amministrare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog