Cerca

La cura

Cannabis, via libera del Consiglio dei ministri per scopi terapeutici

Cannabis, via libera del Consiglio dei ministri per scopi terapeutici

Il governo Renzi dà l'ok all'uso della cannabis a scopo terapeutico. Il Consiglio dei ministri ha deciso di non impugnare dinanzi alla corte Costituzionale la legge regionale abruzzese numero 4 del 04 gennaio 2014, che disciplina le "modalità di erogazione dei farmaci e dei preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche". Anche se il governo non ha varato nessun decreto legge, con l'assenza di impugnazione della legge regionale abruzzese, lascia le porte aperte per una futura legge in materia estesa a livello nazionale.   

La legge regionale - La norma prevede che i "medicinali cannabinoidi possono essere prescritti, con oneri a carico del sistema sanitario regionale, da medici specialisti del SSR e da medici di medicina generale del SSR, sulla base di un piano terapeutico redatto dal medico specialista". Il governo da quindi di fatto il via libera a un trattamento considerato tra i più liberali di quelli previsti in ambito regionale, dato che prevede anche la possibilità di coltivazione. La cura può avvenire sia "in ambito ospedaliero o in strutture ad esso assimilabile" che "in ambito domiciliare". In entrambi i casi l'erogazione avverà gratuitamente.

I precedenti - La legge abruzzese arriva sull'esempio di quelle di altre regioni: prima la Toscana, poi la Liguria, dove la legge è stata impugnata dal governo Monti. Poi le Marche nel 2013 ma solo "in assenza di valide alternative terapeutiche", il Friuli Venezia Giulia, la Puglia e il Veneto, dove anche in questo caso il governo Monti aveva bloccato la normativa. La norma del consiglio regionale abruzzese è stata promossa nel 2011 dai consiglieri Maurizio Acerbo di Rifondazione comunista e Antonio Saia dei Comunisti italiani, e sottoscritto anche dai consiglieri dell'allora popolo della libertà Riccardo Chiavaroli e Walter di Bastiano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    08 Marzo 2014 - 08:08

    siamo alla frutta, anzi , alla verdura. Ci mancava anche l'erba adesso, già i parlamentari sono fatti di suo, ora che è stata liberalizzata per scopi terapeutici, gireranno con ricette e camionate di roba. Chi potrà poi dire che il medico che l'ha prescritta non è in "torta"? Già di medici compiacenti firmatari di ricette fasulle in Italia sono migliaia, pensa adesso con la maria...

    Report

    Rispondi

    • pierluigi.pedrolo

      08 Marzo 2014 - 10:10

      bravo scemo ti auguro di godere anche tu delle delizie della sclerosi multipla

      Report

      Rispondi

      • alvit

        08 Marzo 2014 - 13:01

        non rispondo per le rime, povero mona. Magari come le staminali fatte in cantina???bovaro.Offendi tua madre

        Report

        Rispondi

  • marinacurvo

    07 Marzo 2014 - 23:11

    Bellissima vittoria.

    Report

    Rispondi

blog