Cerca

Pulizie di primavera

M5S, dopo le critiche al gruppo anche la senatrice Fucksia rischia l'espulsione

M5S, dopo le critiche al gruppo anche la senatrice Fucksia rischia l'espulsione

Dopo le quattro espulsioni al Senato e le cinque dimissioni (poi risolte con espulsione decisa da Beppe Grillo e lo staff), sono in due ora a Palazzo Madama a rischiare l’allontanamento dal Movimento cinque Stelle. Oltre all'avvio della procedura di espulsione del senatore Bartolomeo Pepe, sfiduciato nelle scorse ore dal meetup di Napoli, anche la senatrice Serenella Fucksia rischia grosso. Uno sfogo all’uscita della riunione del gruppo a Palazzo Madama e critiche verso le ultime decisioni del gruppo, sono bastate per essere sfiduciata nel giro di poche ore dalla pubblicazione dal meetup di Fabriano (Ancona). Le sue parole, raccolte in un video de ilfattoquotidiano.it, hanno portato gli attivisti a scrivere un comunicato, poi pubblicato sulla pagina Facebook, in cui prendono le distanze dalla parlamentare.

Il comunicato - "Il gruppo - si legge sul comunicato - si dissocia in maniera netta e decisa dalle dichiarazioni e dall’atteggiamento tenuto dalla portavoce nel video pubblicato da ilfattoquotidiano.it". E conclude specificando che: "Non saremo noi a chiedere la sua espulsione, non saremo noi a darle questa soddisfazione. Deve essere però chiaro che da questo momento noi riteniamo che la Fucksia non possa essere considerata più una portavoce". Il comunicato segue alle dichiarazioni della senatrice del 10 marzo che, uscendo dalla consueta assemblea del lunedì in decima Commissione a palazzo Madama, si era lasciata andare in un furioso commento approposito della sfiducia incassata dal collega Bartolemeo Pepe. "Io sono contro tutte le espulsioni in generale, sono inclusiva per forma mentis. Lo sa qual è il problema del Movimento 5 stelle, l’unico problema? Che la gente non capisce un cazzo e pensa di capire. Bisogna confrontarsi, non può essere che tre al Senato e tre alla Camera decidano per tutti, o comanda chi fa parte di una Commissione, ma non ha le competenze in materia”.

Il commento del senatore Pepe - Il senatore grillino Pepe ribadisce la linea sposata dalla senatrice Fucksia, ribadendo che la procedura di espulsione è "una operazione ordita da alcuni colleghi". Poi afferma:"Occorre chiarire immediatamente: non gli attivisti, ma Roberto Fico e Wilma Moronese hanno deciso di sfiduciare Bartolomeo Pepe. La vicenda è oggi all’ordine del giorno nel mio gruppo parlamentare e ha suscitato l’indignazione dalla collega senatrice Fucksia, che ringrazio per la sua schiettezza. ma in questi giorni sembra che il nostro gruppo sia votato all’autodistruzione. Valuterò con calma se adire le vie legali nei confronti dei denigratori di professione"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • forart.it

    12 Marzo 2014 - 08:08

    C'è da dire che la Fuck-sia ne ha sparate diverse, nella sua - seppur breve - carriera politica...

    Report

    Rispondi

blog