Cerca

La critica

Giovanni Sallusti: "Libero sbaglia ad attaccare Renzi per la casa"

Giovanni Sallusti: "Libero sbaglia ad attaccare Renzi per la casa"

Giovanni Sallusti difende Matteo Renzi sul caso della casa di via Alfani e attacca Libero per aver portato alla luce i fatti sull'affitto dell'appartamento di Firenze dove avrebbe alloggiato il premier durante la sua permanenza a Firenze mentre era sindaco. Giovanni Sallusti critica Libero e anche lo zio Alessandro che sul Giornale ha poi ripreso con alcuni articoli la vicenda. Ma nel mirino di Giovanni c'è Libero e sul suo quotidiano online, L'Intraprendente scrive: "Fatico a rivedere tutto questo, nell’offensiva benpensante su “la casa di Renzi“. Insomma, quel domicilio a Firenze dove il premier si sarebbe appoggiato sporadicamente (secondo lui) o sistematicamente per tre anni (secondo Libero) e il cui affitto è stato pagato dall’imprenditore Marco Carrai, una delle eminenze del renzismo. Quante volte, amici di viale Majno, abbiamo difeso la libertà di Berlusconi, e di qualunque persona, di utilizzare il proprio denaro, di essere liberale e generoso nelle amicizie e nelle relazioni personali, al limite dell’incoscienza, e oltre, ma al di qua del recinto penale del reato, con i piedi ben piantati nella prateria del diritto? Libera gestione del proprio patrimonio, chissenefrega, davvero vogliamo attaccare Renzi su questo, vogliamo trasformarci in questurini della morale, e della notizia?". Una critica aspra quella di Sallusti Jr., che non tiene conto dei fatti dimostrati da diversi articoli apparsi su Libero in questi giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ducati999

    24 Marzo 2014 - 08:08

    Condivido interamente l'analisi del Sallusti nipote, ho anche scritto una lettera al Direttore, ma senza risposta. Dico solo che in un momento così drammatico per l'Italia sarebbe meglio dare giudizi sull' operato di Renzi che può portare sorprese in negativo o in positivo. Come si fa invece a non capire l'importanza che riveste la figura di Renzi come cambiamento culturale a sinistra lo ignoro.

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    23 Marzo 2014 - 14:02

    La fiducia si conquista con la propria credibilità, ancor più quando ci si propone per amministrare interessi pubblici ed a maggior ragione quando tali interessi rappresentano il governo di un paese. Un cacciapalle non ha credibilità, non può amministrare interessi pubblici e non deve governare un paese. Renzi è un cacciapalle!

    Report

    Rispondi

  • romamaccio

    23 Marzo 2014 - 09:09

    Condivido in pieno quanto detto dal nipote di Sallusti, è veramente squallido scendere sul piano che è tipicamente della sinistra,( in special modo di Repubblica) attaccare un primo ministro sul personale e non sul merito del proprio lavoro.

    Report

    Rispondi

    • blu521

      23 Marzo 2014 - 12:12

      Le tradizioni vanno rispettate. Uno mica inventa il metodo boffo per niente. Tutto quel casino per la casa di montecarlo e poi ti arriva un quisque de populo a dire che è una tradizione della sinistra. Ma dove siamo?

      Report

      Rispondi

blog