Cerca

L'intervista

Pier Silvio Berlusconi: non mi candido alle Europee

Pier Silvio Berlusconi: non mi candido alle Europee

"Non si fa la politica per successione, lo dico come elettore e come persona". In un'intervista al Corriere della Sera Pier Silvio Berlusconi alla guida di Mediaser dal 2000 spiega perché non intende scendere in campo alle europee. "Non potrei mai ca didarmi solo per mettere il mio nome sulla lista. Non è serio". Al giornalista che gli fa notare che in Mediaset è entrato "come figlio di...", lui ribatte: "Dubito che sarei rimasto in sella se non avessi mostrato talento televisivo, capacità e impegno. In azienda sono entrato in punta di piedi e, a ogni prova, sono aumentate le mie responsabilità". Pier Silvio però non esclude che tra una decina di anni potrà presndere in considerazione l'ipotesi di scendere in politica. "Mai dire mai, magari tra una decina di anni. Considero la politica qualcosa di serio e alto. Anche in politica bisogna crescere e acquisire competenze"

L'azienda -  Pier Silvio Non ha dubbi: "oggi il miglior modo in cui io posso aiutarlo è occuparmi al meglio dei Mediaset". Poi si sofferma sulle difficoltà che ha avuto come editore da quando suo padre ha deciso di scendere in campo nel '94. "Immagini le reazioni se, come succede in tutto il mondo, anche in Italia si fosse ipotizzata una naturale collaborazione tra telefonia e contenuti video. Un'alleanza tra noi e Telecom? Apriti cielo, impossibile procedere". Il presidente Mediaset si sofferma poi su quelli che sono le tre linee di sviluppo furure: !Allargare il bacino degli spettatori, rafforzare la presenza su pay tv, in Italia e in Spagna, investire con decisione nella produzione di contenuti internazionali fiction, cinema e library".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog