Cerca

Dopo la sconfitta

Francia, si dimette il premier: Hollande nomina il ministro dell'interno Valls

Francia, si dimette il premier: Hollande nomina il ministro dell'interno Valls

Ieri era stato annunciato da Ségolène Royal, uno dei personaggi più influenti del partito socialista francese, nonchè ex moglie del presidente della Repubblica Francois Hollande, l'esigenza di un rimpasto di governo dopo il tonfo elettorale sancito dal ballottaggio per le amministrative di domenica 30 marzo. Detto fatto. Il primo ministro francese Jean-Marc Ayrault e il suo governo hanno rassegnato le dimissioni. Il presidente Hollande, ha deciso di nominare premier il ministro dell’Interno Manuel Valls e lo annuncerà in tv alle 20. La notizia è stata diffusa dal canale francese Bfm-Tv, uno dei canali di news più seguiti in Francia, e da altri media francesi tra cui Le Figaro.

La sconfitta - Da settimane in Francia c'erano voci di un possibile ritiro di Ayrault. Secondo un sondaggio Bva per il giornale Le Parisien/Aujourd'hui il 74% dei francesi non ha più fiducia nel premier. François Hollande ha deciso di procedere con il rimpasto dopo le numerose pressioni da parte di più membri del partito socialista a causa della sconfitta politica. La perdita è stata grossa per il partito del presidente, che ha perso in 151 città con più di 10mila abitanti a favore della destra. Numerose metropoli con più di 100mila abitanti come Amiens, Angers, Saint-Etienne, Reims e Tolosa sono infatti passate all'Ump, partito dell'ex presidente Nicolas Sarkozy. Senza contare i centri conquistati dall’estrema destra di Marine Le Pen: il Fronte nazionale ha vinto la corsa a sindaco in 12 città e ha ottenuto 1.546 seggi nei Consiglio comunali di tutto il Paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filder

    01 Aprile 2014 - 13:01

    Hollande da trombadour a trombato

    Report

    Rispondi

blog