Cerca

Bergamo

Giorgio Gori, per scegliere il suo spin doctor va su "Scherzi a Parte"

Giorgio Gori

L'autore di «Scherzi a Parte» per vincere le elezioni a Bergamo. È la strategia ideata da Giorgio Gori per cercare di far suo il grande duello che nelle prossime settimane lo vedrà confrontarsi con l’attuale sindaco della cittadina orobica Franco Tentorio per la poltrona più importante di Palazzo Frizzoni.
Una campagna elettorale dai fuochi d'artificio quella che l'ex direttore di Canale 5 ha studiato assieme al suo staff che, per l'occasione, sarà diretto e coordinato da Christophe Sanchez, l'uomo che in Italia ha portato al successo programmi tv come "Scherzi a parte" e "Camera Cafè". Il sodalizio tra i due risale già ai tempi di Mediaset, gli anni d'oro che hanno portato Gori nell'elite degli imprenditori italiani grazie a Magnolia, la creazione che ha regalato alla tv italiana programmi che hanno incollato allo schermo milioni di italiani come "X-Factor", "L'eredità", "Piazzapulita", "SOS Tata".

«Niente fiction nella nostra campagna elettorale» ha subito voluto puntualizzare Sanchez sui quotidiani locali, «sui manifesti che stiamo distribuendo c'è il vero volto di Giorgio, una persona che molti pensano di aver già inquadrato e che, invece, è poco conosciuto realmente». Quel che è certo, è che la campagna di promozione partita a Bergamo per Gori sarà tutt'altro che in sordina: l'ex direttore, infatti, ha costruito una vera e propria squadra d'assalto fatta di sei persone che lavorano per lui a tempo pieno, pronte a sfornare slogan, idee e manifesti, oltre che a tenere i rapporti con i media. Punto nevralgico del team è la prestigiosissima sede di via XX Settembre, il cuore dello shopping della Bergamo bene. Ed è proprio su questo aspetto che il candidato sindaco del centrosinistra dovrà lavorare, etichettato com'è - soprattutto dagli avversari politici - di essere "un miliardario di sinistra".
Dall'altra parte, a dividere con Gori la volata elettorale, c'è, come detto, l'attuale sindaco Franco Tentorio, rispettato commercialista bergamasco a capo della coalizione di centrodestra che, dopo aver "annientato" cinque anni fa l'ex socialista Roberto Bruni, ora sogna il bis.

Un mondo totalmente differente, quello dei due candidati sindaci, sia per il modo di porsi ai possibili elettori che per le strategie comunicative scelte. Già, perché se Gori ha deciso di puntare su un super team fatto di guru ed esperti della comunicazione, Tentorio ha risposto con il suo "cerchio magico casalingo" che vede in prima fila la consorte Angela Moirano.

di Luca Bassi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog