Cerca

Il boss di Cosa Nostra

Bernardo Provenzano ricoverato all'Ospedale San Paolo di Milano

Bernardo Provenzano ricoverato all'Ospedale San Paolo di Milano

Il boss di Cosa Nostra Bernardo Provenzano è stato ricoverato nel pomeriggio di mercoledì 9 aprile all'ospedale San Paolo di Milano. Il boss, 81 anni, è affetto da patologie neurologiche. Già qualche settimana fa aveva avvertito un malore che lo aveva costretto al ricovero. Provenzano sta scontando diversi ergastoli in regime di 41 bis al carcere di Opera (Milano), dove è stato trasferito dal carcere di Parma. Il ricovero arriva a poco più di una settimana dalla decisione della Cassazione, che aveva respinto il ricorso dei legali che sostenevano che le condizioni di salute del boss, affetto da patologie neurologiche, non erano compatibili con il carcere. Una decisione confermata anche  dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando. I figli di Provenzano avevano chiesto la pubblicazione del filmato registrato dalle telecamere di sorveglianza del carcere di Parma che, a loro dire, avrebbe ritratto un "detenuto speciale con gli occhi al soffitto, chiuso in una stanza blindata con tre guardie del Gom e un sondino al naso per nutrirsi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    10 Aprile 2014 - 12:12

    ma non aveva fatto un accordo con i sinistri al potere? Mancino e il vecchio del colle, se non vado errando, avevano fatto degli accordi con la mafia, ora si sono dimenticati??????

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    10 Aprile 2014 - 11:11

    ha urlare e sbraitare siete tutti bravi....a morte a morte....se ce lo aveste davanti ....ve la fareste sotto...e stareste muti....la differenza tra lo stato e un criminale sta proprio nel essere come lui

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    10 Aprile 2014 - 11:11

    uno stato civile non può tenere un vecchio di 81anni in quelle condizioni di detenzione.....se non avete le palle per farlo fuori...ridategli la possibilità di vivere i suoi ultimi giorni di vita in condizioni più umane...e non me ne importa del suo passato

    Report

    Rispondi

  • rendagio

    09 Aprile 2014 - 19:07

    povera Italia, cè gente onesta che muore per mancanza di medicinali non avendo il vil denaro , e sto piezzemmerda viene curato, lasciatelo crepare, sarebbe una economia intelligente, ma siccome al governo ci sono dei Mafiosi, non possono lasciare morire il loro capo

    Report

    Rispondi