Cerca

Il brevetto Orion elimina le epidemie: i pavimenti si autosanificano con la luce

Contro la crisi

Il brevetto Orion elimina le epidemie: i pavimenti si autosanificano con la luce

Orion è una ditta di Calenzano (Fi) che produce veicoli speciali e detiene la principale quota di mercato nell'assemblaggio di ambulanze. Negli ultimi anni, mentre l'Italia viveva la crisi, ha scommesso su un brevetto. Ha partecipato alla ricerca della Next Technology di Prato, società partecipata al 40% dal Miur e specializzata in nano-strutture. Ne è nata Pure Health, divisione che di fatto produce superfici che si auto-sanificano da sole semplicemente a contatto con la luce. Ovviamente la prima destinazione è stata all'interno delle ambulanze, poi il sistema ha cominciato a prendere piede anche in altri ambienti che tutti i giorni devono "combattere" contro i batteri. «Il nostro sistema, rivoluzionario nel campo della sanificazione degli ambienti sanitari e non, prevede l'inserimento all'interno di un sub strato di una molecola particolare: il biossido di Titanio», spiega a Libero Andrea Sacerdoti, Area Manager - Pure Health di Orion srl. «Tale molecola nano strutturata e inserita dentro la mescola di PVC, Resine e Vetroresine permette alle superfici (pareti e pavimento) di essere auto-sanificate grazie all'azione combinata di una lampada a spettro completo la quale attiva il biossido di Titanio». Quest'ultimo rilascia radicali liberi che in massimo un'ora e mezza decompongono i micro batteri in acqua e anidride carbonica. Recentemente a Roma è stata inaugurata una clinica veterinaria che utilizza il sistema Pure Health, ma il brevetto potrebbe essere destinato a ospedali, laboratori, centri di lavorazioni alimentari, palestre, celle frigo e asili nido. «L'investimento iniziale è più alto», conclude Sacerdoti, «ma il sistema oltre a evitare la trasmissione di certe malattie si ammortizza perché consente di risparmiare su tutti gli interventi di sanificazione. Tra l'altro frutto di agenti chimici». Non male se si pensa che ogni anno più di 4 milioni di pazienti nella Ue contraggono un'infezione in ospedale.

di Claudio Antonelli