Cerca

l'elemosina

Agenzia delle entrate, calano gli interessi sulle cartelle pagate in ritardo

Agenzia delle entrate, calano gli interessi sulle cartelle pagate in ritardo

Prima di lasciare la poltrona dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera fa l'elemosina a chi è in ritardo con i pagamenti delle cartelle esattoriali. Dal 1° maggio 2014 ci sarà una piccola riduzione sugli interessi di mora. La misura fissata lo scorso anno al 5,2233 per cento viene ridotta al 5,14 per cento. A pagare il nuovo tasso saranno tutti i contribuenti che pagano in ritardo le somme chieste con le cartelle di pagamento. Dopo che negli anni dal 2009 al 2012 il taglio agli interessi di mora è stato del 2,2854 per cento passando dal 6,8 applicabile dal 1 ottobre 2012 al 4,5 per cento applicabile dal 1 ottobre 2012. Il provvedimento delle Entrate è previsto dal decreto sulla riscossione, Dpr 602/1973.

Come scattano gli interessi - Di fatto decorso il termine di 60 giorni dalla notifica della cartella, sulle somme iscritte a ruolo - come racconta il sole 24 ore - si applicano  a partire dalla data della notifica della cartella e fino alla data del pagamento, gli interessi di mora al tasso determinato annualmente con riguardo alla media dei tassi bancari attivi. Infine sempre per quanto riguarda gli interessi si ricorda che dal 1 gennaio 2014 è anche cambiata la misura degli interessi legali, che sono dal 2,5 per cento applicato fino al 31 dicembre 2013, all'1 per cento applicabile dal 2014. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog