Cerca

La strage di Niguarda

Kabobo condannato a 20 anni di carcere
Aveva ammazzato a picconate dei passanti

Adam Kabobo

Adam Kabobo è stato condannato a 20 anni di carcere più 3 di ospedale psichiatrico giudiziario come misura di sicurezza. La sentenza è stata emessa dal gup di Milano Manuela Scudieri col rito abbreviato. Il ghanese è responsabile di aver ucciso a colpi di piccone tre passanti in zona Niguarda a Milano. Era l’11 maggio scorso quando Kabobo colpì ripetutamente le vittime che non conosceva. Il giudice ha riconosciuto la tesi accusatoria e ha ritenuto il ghanese capace di intendere e volere al momento del fatto. Alle famiglie delle vittime, parti civili nel processo sono state riconosciute delle provvisionali come risarcimento. Oltre ai 20 anni, Kabobo dovrà scontare tre anni in una casa di cura e custodia. È stato quindi sostanzialmente accolta la richesta del pm che aveva chiesto 20 anni più 6 in una casa di cura, col ricoscimento della semi infermità mentale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    16 Aprile 2014 - 21:09

    torna a casa......... o lo teniamo qui per 14600 pranzi e cene al coperto e al caldo considerando un costo di 25 euro al giorno quando ritornera fuori lo stato avra pagato 182.500 euri se poi in italia ci sono un migliaio di sig. kabobo alla fine spendera lo stato (noi praticamente) 182.500.000 euri ma se delinquente fa un torto alla societa perche dobbiamorimetterci ancora di piu!!!

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra2

    16 Aprile 2014 - 11:11

    siamo stufi di questa malagiustizia :l'assassinio di tre innocenti viene punito con 20 anni, se poi saranno veramente tanti. Dovrebbero rispondere di questi crimini quei personaggi, partiti, associazioni per un reato di" concorso esterno di immigrazione clandestina"imputandoli la giusta responsabilità per le loro azioni o non-azioni contro il popolo italiano da cui sono pagati per un fine diverso

    Report

    Rispondi

  • routier

    16 Aprile 2014 - 10:10

    Per favore non confondiamo la giustizia con la magistratura. In Italia sono due cose diverse ! Circa sei anni e mezzo per ogni morto ammazzato è una condanna un tanto al chilo.

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    15 Aprile 2014 - 20:08

    Se questo "signore" avesse commesso un reato simile a casa propria forse i parenti delle vittime l'avrebbero già ucciso, ma in Italia gli paghiamo l'avvocato, lo manteniamo e poi lo curiamo pure ,tutto a spese di tante persone che lo vorrebbero fuori dal nostro Paese. Perchè i costi non vengono presi dagli stipendi di quei funzionari che non lo hanno espulso quando si poteva fare?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog