Cerca

Il caso

Milano, l'annuncio del sindaco Pisapia: "Serve una moschea per Expo 2015"

Milano, l'annuncio del sindaco Pisapia: "Serve una moschea per Expo 2015"

Fanno discutere le parole di Giuliano Pisapia. Il sindaco di Milano, parlando delle priorità da soddisfare in vista di Expo 2015, ha annunciato: "In vista di questa grande occasione, è necessaria una moschea". Il primo cittadino del capoluogo lombardo, infatti, ha spiegato che in città "servono luoghi di culto perché i cittadini musulmani possano pregare ognuno nella propria zona". Immediate, le reazioni sollevate da una tale dichiarazione.

L'opposizione - Durissimo il commento di De Corato, esponente di Fratelli d'Italia: "Ribadisco che, senza referendum, a Milano non si farà nessuna moschea". Anche Giulio Gallera, coordinatore cittadino di Forza italia, ha puntato il dito contro la giunta arancione: "Le parole di Pisapia sono la dimostrazione del suo fallimento. Dopo due anni e mezzo dalla sua elezione non è riuscito a fare nulla. Per expo, ci sarà al massimo un grande tendone e poi più nulla".

Critiche anche dal Pd - Voci in disaccordo con Pisapia, come racconta un articolo di Libero, non sono mancate anche all'interno del Partito Democratico. Il vicepresidente del consiglio provinciale Roberto Caputo, per esempio, ha subito espresso le sue perplessità riguardo alla costruzione di una moschea in città: "Non si faccia calare questa decisione dall'alto, se ne discuta prima con gli abitanti del quartiere scelto per un insediamento che sicuramente risulterà impegnativo". 

La questione dei fondi - Dal canto suo, Pisapia - ospite del programma di Gad Lerner Fischia il vento, in onda su LaEffe - ha risposto così alle critiche ricevute: "Oggi l'opposizione alla moschea è strumentale, non servono referendum basta seguire la costituzione. Io e la mia amministrazione abbiamo deciso di assumerci la responsabilità di dare a tutti un luogo di culto".  Poi, sulla questione dei fondi necessari alla costruzione, ha spiegato che i finanziamenti potrebbero arrivare da parte di Paesi esteri come la Giordania

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brunospada

    31 Ottobre 2014 - 04:04

    è proprio una disgrazia per Milano questo tizio che non capisco come faccia a dirsi sindaco di Milano, vorrà dire dei non Milanesi che stanno a Milano, che da quand sta inon ha fatto che far aumentare il degrado e la delinquenza, se lo son votati , ergo, se lo godano.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    09 Maggio 2014 - 13:01

    E così dopo la vetrina immer***ta di EXPO 2015 ci mancano pure le mazzette per la Moschea 2015.Aff_lo tutti quanti,.

    Report

    Rispondi

  • farfallabianca

    08 Maggio 2014 - 10:10

    Basta che paghi lui!

    Report

    Rispondi

  • alvit

    17 Aprile 2014 - 10:10

    certo che avete una fortuna immensa a Milano, avete un sindaco che guarda lontano, eletto nel 2011, peccato che manchino pochi anni al fine mandato.Dovreste rieleggerlo, così oltre alla moschea, alle case ai rom, ai pedaggi, agli aumenti dei biglietti metropolitani, allo sporco in città,ai ladri in stazione magari potreste trovarvi di peggio. A quando i totem per gli indiani in piazza Duomo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog