Cerca

La guida

Finanza, 4 regole per evitare ansia e rimorsi quando s'investono i propri risparmi

Finanza, 4 regole per evitare ansia e rimorsi quando s'investono i propri risparmi

In tempi di recessione economica, chi ha messo da parte qualche soldo può essere tentato d'investire in borsa per far lievitare i propri risparmi. D'altra parte, che ci si affidi a professionisti o si decida di agire da sé, ansia e rimorsi sono sempre in agguato: quali rischi correre e su cosa puntare? Una guida composta da 4 regole d'oro, pubblicata da Il sole 24 ore, aiuta gli italiani a orientarsi nell'intricato mondo della finanza. 

Per prima cosa, gli esperti consigliano di focalizzarsi sulle proprie caratteristiche personali. Gabriele Roghi, responsabile della consulenza agli investimenti di Invest Banca, invita ogni aspirante investitore a porsi le seguenti domande: "Quali sono i tuoi obiettivi? Quale la tua propensione al rischio? Quale il tuo reddito presente e futuro? E soprattutto, quali sono le tue esigenze future?". Solo a questo punto, ogni risparmiatore potrà individuare l'investimento che fa al caso suo. 

Per scongiurare le preoccupazioni, è meglio puntare su investimenti a lungo orizzonte temporale: "Se sono disposto a "restare investito" per molto tempo - spiega ancora Roghi - ho una buona probabilità di tornare a guadagnare anche se ho la sventura di iniziare a investire ai massimi di mercato". Davide Pasquali, presidente di Pharus Sicav, aggiunge: "Chi investe generalmente punta sul lungo periodo e deve evitare di andare in ansia ogni qualvolta ci sia un po' volatilità sul mercato".

La terza regola d'ora riguarda la diversificazione geografica: "È strategica per suddividere il rischio di mercato, di politica monetaria, fiscale, valutario e geopolitico che sembra essere tornato prepotentemente alla ribalta negli ultimi anni e che è probabilmente destinato a rivestire una crescente importanza per le politiche di investimento", commenta Roghi. Il consiglio, dunque, è quello di differenziare non solo a livello geografico e settoriale, ma anche tra diverse tipologie di investimento. 

Infine, è importante tenere sempre sotto controllo il tasso di rischio. In borsa, cogliere i primi sintomi di debolezza di un titolo o di un mercato è fondamentale: "Non permettere mai che un investimento possa diventare una perdita:- raccomanda Pasquali - usa quindi delle tecniche di stop loss (strategie finalizzate a salvaguardare il capitale investito in un'attività finanziaria), di "taglio" delle perdite". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog