Cerca

Amici a 4 zampe

Francia, il disegno di legge sull'affidamento di cani e gatti

Francia, il disegno di legge sull'affidamento di cani e gatti

Gli animali domestici non sono cose, ma "esseri viventi sensibili". La considerazione è stata fatta dal deputato socialista francese Jean Glavany, che ha presentato un emendamento di legge su questo tema inserendolo nell'ambito del progetto di legge sullo statuto giuridico degli animali. Il politico ritiene che gli amici a quattro zampe debbano essere considerati dalla legge francese "esseri viventi dotati di sensibilità" e cita alcune situazioni pratiche, come l'affidamento degli animali in caso di divorzio.

Una svolta a metà - Per quanto riguarda la separazione dei coniugi, se l'animale è stato acquistato da uno dei due coniugi prima delle nozze lo tiene di diritto chi lo ha portato in famiglia, ma se, invece, è stato preso da entrambi la situazione si complica e la decisione spetta al giudice, che potrebbe optare anche per l'affidamento alternato. La svolta però arriva solo a metà, perché anche nell'innovativo testo di legge francese gli animali domestici sono sottomessi al "regime giuridico dei beni corporali", quindi, di fatto, alle "cose materiali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog