Cerca

La rivoluzione

Divorzio, sarà breve e con gli avvocati

Divorzio, sarà breve e con gli avvocati

 

Basta lungaggini, basta aspettare anni prima che la separazione diventi divorzio. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha annunciato a breve una rivoluzione nel mondo dei divorzi: se una coppia intende farlo in modo consensuale, non andrà davanti ai giudici ma compariranno davanti a un avvocato. Un modo, questo, per diminiuire il "carico" dei processi civili pendenti (,5,4 milioni).  "La previsione - ha spiegato Orlando - è che l’accordo dei coniugi assistiti dagli avvocati superi la necessità dell’intervento giurisdizionale, tranne nei casi di figli minori o portatori di grave handicap»". Era già stato approvato dalla Commissione giustizia della Camera un testo sul divorzio breve (un anno della separazione consensuale contro i tre previsti per legge)  ma a sentire il Guardasigilli con la sua riforma si evita il passaggio in tribunale. 




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    24 Aprile 2014 - 15:03

    era ora!! voglio vedere cosa fanno gli avvocati abituati a spennare i malcapitati si inventeranno problemi assurdi per bloccare ll provvedimento

    Report

    Rispondi

  • spalella

    24 Aprile 2014 - 14:02

    BENE. Un'altro colpo, TARDIVO, alle bestialità mediorientali del parassita vaticano. Un parassita che sfrutta le nostre tasse, ci impedisce una libera vita, e le nostre libere scelte individuali. Un parassita che ci obbliga ad anni di cause e decine di udienze, in un paese dominato da lobby di avvocati e da ancora più incivili/inefficenti giudici statali, finchè lo butteremo via il vaticano.

    Report

    Rispondi

blog