Cerca

Il deputato leghista

Buonanno, la spigola in aula gli costa 2.605 euro. Con lui anche 23 deputati MS5

Buonanno, la spigola in aula gli costa 2.605 euro. Con lui anche 23 deputati MS5

Aveva sbandierato lo scorso 1 aprile una spigola a Montecitorio (una sorta di pesce d'aprile) per protestare contro l'annullamento del reato di immigrazione clandestina. Ora al vulcanico esponente leghista Enrico Buonanno sono stati comminati dieci giorni di sospensione dai lavori dell'Aula, corrispondenti a 2605 euro. Infatti, dieci giorni di sospensione, per un deputato, equivalgono a 2.605 euro di diaria non corrisposta. La sanzione totale di Buonanno è però di 12 giorni: due giorni sono stati irrogati a lui e a Massimiliano Fedriga per aver attaccato il ministro dell’Interno Angelino Alfano durante una informativa sull’immigrazione clandestina. Quindici giorni di sospensione dall'Aula di Montecitorio anche per i 23 deputati del M5S che il 24 gennaio scorso, durante il voto sulla fiducia al dl Imu-Bankitalia, hanno impedito ai colleghi deputati di prendere parte alla votazione. Lo ha deciso l'ufficio di presidenza di Montecitorio. La sanzione scatterà dal 15 maggio prossimo. I 23 deputati dovranno rinunciare anche alla diaria, per una quota di 206,58 euro netti al giorno.

Spigola in aula - Quel giorno il deputato leghista affermò: "Quando ho sentito che oggi in quest'Aula si facevano questi discorsi pensavo che fossimo davanti ad un pesce d'Aprile. Ma la maggioranza che fa? Altro che sardine, qui c'è chi si lamenta del fatto che gli immigrati sono trattati peggio dei turisti. Diamo le spigole ai nostri poveri, ai nostri pensionati" aveva detto prima di tirare fuori una spigola fresca nell'incredulità dei deputati, a partire da quelli della Lega. A espellerlo dall'Aula era stato il vice presidente del M5S Luigi Di Maio

La risposta - Nell’audizione davanti all’ufficio di presidenza di Montecitorio, il deputato leghista ha provato a difendersi: "Faccio parte di un gruppo piccolo, devo cercare di avere una mia visibilità...", ha detto ai colleghi. Poi l'attacco alla Boldrini, anche se quel giorno fu Di Maio ad esplellerlo, e la critica alla decisione della sospensione: "Sarebbe la presidente della Camera ideale nella Corea del Nord. Dodici giorni di sospensione per aver portato una spigola in Aula e aver criticato la sua politica a favore dei clandestini è una pena eccessiva che dimostra una forte prevenzione nei miei confronti”, dice Buonanno. "Ho portato una spigola alla Camera per simboleggiare il cibo che è abituata a mangiare la presidente Boldrini, massima espressione della casta, mentre i cittadini normali ormai devono accontentarsi di acciughe e sardine. Evidentemente - continua - lei ancora non se n’è accorta perché è abituata a girare con la scorta e con camerieri e maggiordomi. Comunque questa sospensione per aver difeso la gente comune per me è una medaglia sul petto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioch

    01 Maggio 2014 - 11:11

    DiMaio con l'espulsione si è dimostrato un omologato,ha fatto un favore a quella casta che,a chiacchiere,vorrebbe mandare a casa.Bel rivoluzionario!

    Report

    Rispondi

  • Argonauta

    30 Aprile 2014 - 07:07

    Sun cefalo nero gli costava meno

    Report

    Rispondi

  • miraldo

    29 Aprile 2014 - 18:06

    Vai avanti Buonanno e fatti sentire contro quel ciarpame sia di sinistra sia dei grillini.

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    29 Aprile 2014 - 17:05

    Guai a lamentarsi di questo governo dittatoriale della sinistra. Mi domando quanto tempo manca prima che inviino la tanto loro amata Stasi e il KGB in casa di ogni singola persona d'Italia per controllare che non leggano giornali o libri contro il PCUS.

    Report

    Rispondi

blog