Cerca

Il retroscena

Berlusconi litiga con i suoi avvocati: "Non possono zittirmi"

Silvio Berlusconi e Nicolò Ghedini

"Io il diritto di critica e di parola me lo tengo". Silvio Berlusconi zitto non ci vuole stare e all'altolà dei giudici del Tribunale di Sorveglianza che hanno annunciato di voler esaminare le sue recenti dichiarazioni per verificare che non siano ravvisabili delle violazioni al divieto di critica alla magistratura impostogli come presupposto per evitare i domiciliari se la prende anche con i suoi legali. Secondo il retroscena del Messaggero l'avvocato Nicolò Ghedini appena saputa l'intenzione del tribunale di Sorveglianza avrebbe affrontato il Cav a muso duro: "Ma cosa combini?", gli avrebbe detto il legale. "Dopo tutto quello che abbiamo fatto per raggiungere un risultato e fare in modo che tu restassi in campo, in un modo o nell'altro proprio alla vigilia di un'elezione importante tu rovini tutto con poche frasi ad effetto?".
"Questa cosa è assurda", si lamentava Berlusconi. "Vogliono zittirmi, impedirmi di esprimere le mie legittime opinioni". Ma poi ha promesso: "Sarò più attento, anche se ritengo di non aver detto nulla di grave". Promessa mantenuta. Ieri sera in collegamento telefonico con un comizio di Forza Italia a Torino ha parlato di Renzi, di Grillo, dell'Europa e degli anziani. Ma non di giustizia, nè di magistrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • realityman17m

    01 Maggio 2014 - 10:10

    la mafiosa magistratura la vuole vinta ad ogni costo....VERGOGNA PER TUTTI GLI ITALIANI PER SOSTENERE IL RICATTO DI QUESTA MAGISTRATURA CORROTTA

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    01 Maggio 2014 - 09:09

    questi sono gli ultimi ruggiti di un leone vecchio e stanco. Basta vederlo in Tv le borse agli occhi la pesantezza di un fisico che non regge più una mente che lotta ma non c'è l'ha fa a convincere non è più credibile lo sa anche lui vuole salvare il salvabile per non cadere nel dimenticatoio perciò attacca tutto e tutti . sarà ricordato come quello delle promesse non mantenute

    Report

    Rispondi

  • Devogu

    30 Aprile 2014 - 16:04

    Ormai à stato superato da un pezzo ogni limite di decenza. Non posso che indignarmi ed è meglio che non dica altro. Qualcuno si guardi allo specchio e poi si presenti davanti ai suoi figli.

    Report

    Rispondi

    • antari

      01 Maggio 2014 - 09:09

      Con o senza (marocchina + olgettine)? Magari i figli vogliono conoscerle...

      Report

      Rispondi

  • imahfu

    30 Aprile 2014 - 16:04

    I sinistronzi, come dicono certi imbecilli intervenuti, non credono nella perfezione ma neppure in tanta disonestà come quella nelle fila del PDL/ FI. Possibile che in 20 anni non hanno un solo cervello in grado di essere presentato.? Sì, é possibile quando un solo uomo di cui non si conosscono ma si sanno le origini del proprio danaro si compera un partito, gli associati, i giudici,i voti

    Report

    Rispondi

    • papik40

      30 Aprile 2014 - 18:06

      Dare epiteti per difendere le proprie idee e' patrimonio di chi e' stracolmo dell'epiteto che usano e, pertanto, cercano di distribuirlo a chi non la pensa come loro! Nel merito Forza Italia non e' stato comprato ma e' solo stato "fondato" e gli a"associati" hanno aderito spontaneamente capisce la differenza? I giudici se li compra il PD facendoli eleggere nelle proprie liste

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog