Cerca

La scomparsa

Stepney muore in incidente stradale: passò i segreti Ferrari alla McLaren

Stepney muore in incidente stradale: passò i segreti Ferrari alla McLaren

L ‘ex ingegnere della Ferrari Nigel Stepney è morto in un incidente d’auto. Aveva 56 anni. Il tecnico è stato travolto in piena notte da un camion, dopo aver essere sceso dalla sua auto parcheggiata sul ciglio di un’autostrada del Kent. La notizia della morte di Stepney è stata resa nota dalla JRM Racing, la scuderia di automobili endurance della quale era entrato a far parte come team manager e direttore tecnico nel 2010. L’ingegnere britannico era stato al centro di uno scandalo spionaggio in Formula 1 nel 2007, venne licenziato dalla Ferrari accusato di aver passato informazioni riservate alla McLaren e non ha mai più lavorato in F1. Secondo quanto racconta la polizia inglese, l’ingegnere è stato travolto da un camion all’1.28 della notte tra giovedì e venerdì. Stepney, che lascia la moglie Ash e la figlia Sabine, per circostanze da chiarire sarebbe sceso dal suo van, accostato sulla corsia laterale dell’autostrada M20, e sarebbe stato travolto da un camion di passaggio.

La spy story - Nel 2007 Stepney venne travolto da uno scandalo che lo costrinse a lasciare la Formula 1. La spy story esplose quando venne trovato a casa del capo progettista della McLaren Mike Coughlan un fascicolo tecnico sulle Ferrari che quell’anno duellava con la scuderia inglese per la conquista del titolo mondiale. La McLaren venne multata di 100 milioni di dollari e venne squalificata nel campionato costruttori.  Stepney venne condannato a un anno e otto mesi di carcere con la condizionale. 



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gisto

    04 Maggio 2014 - 09:09

    A me dispiace solo perchè è morta una persona.Poi ritengo che se si lavora per una società e si è anche coautori del successo,non si può tradirla per danaro,perchè è di questo che si tratta.Se consapevole della sua importanza nel team poteva alzare l'asticella del contratto.Così si è UOMINI,non perchè solo intelligenti.

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    03 Maggio 2014 - 14:02

    Questo mi dispiace. E mi dispiace perchè Stepney prima della spy story era stato un elemento determinante dei successi ottenuti da Schumacher con la Ferrari negli anni gloriosi. Perchè lo abbia fatto, ammesso che lo abbia fatto,non è dato saperlo ma non inficia i suoi meriti di capo ingegnere della scuderia più vincente del mondo.

    Report

    Rispondi

blog