Cerca

Il Cavaliere all'attacco

Berlusconi sulle rivelazioni Geithner: "Silenzio da Renzi e dal Colle"

Silvio Berlusconi

E' arrabbiato Silvio Berlusconi e anche deluso. "Il Capo dello Stato, il presidente del Senato, la presidente della Camera, il presidente del Consiglio non hanno ritenuto ieri di fare alcuna dichiarazione al riguardo" in merito alla "notizia gravissima" contenuta nel libro di Timothy Geithner, ha tuonato dal primo canale della Rai durante la trasmissione "Unomattina". Per l'ex premier il passaggio dal governo Berlusconi a quello Monti "fu un colpo di Stato". Poi ha precisato: "Non ho mai parlato di complotto ma di un'azione nei confronti di un presidente del Consiglio che non consentiva a Germania e Francia di portare avanti le loro linee di politica economica". Poi Berlusconi racconta un particolare inedito: "Nell'ultimo Consiglio Ue a cui ho partecipato Angela Merkel mi ha detto: 'Io so che tu non mi saluterai più". "La politica di rigore imposta dagli eurocrati di Berlino e Bruxelles ci ha portato in queste condizioni", aggiunge l'ex premier. Il Cav ha poi puntato il dito contro "i comportamenti scandalosi di alcuni giornali, che non hanno nemmeno messo in prima pagina la notizia delle violazione delle regole democratiche e della sovranità del nostro paese".
Da parte sua il segretario di Stato Usa John Kerry interpellato sulle rivelazioni fatte nel libro dell’ex ministro del tesoro Geithner su un presunto piano per far cadere Berlusconi nel 2011 cui Obama avrebbe detto no, ha risposto con un laconico: "Io non so niente". "Assolutamente è la prima volta che ne sento parlare", ha aggiunto Kerry che aveva accanto a se il ministro degli Esteri Federica Mogherini al termine dell’incontro al dipartimento di Stato a Washington. Rispondendo alla domanda di Paolo Valentino del Corriere della Sera, "ma lei ha letto il libro?" rivolta al segretario di Stato, Kerry ha replicato: "No, non l’ho letto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Uchianghier

    Uchianghier

    14 Maggio 2014 - 11:11

    Si sapeva della partecipazione al golpe della Camorra e dell'associazio0ne a delinquere europea.

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    14 Maggio 2014 - 11:11

    Porca puttana! Tanto casino internazionale per inculare Silvio e poi, alla fine hanno dovuto rivolgersi a tre amici di Esposito per condannarlo!

    Report

    Rispondi

  • betzero

    14 Maggio 2014 - 11:11

    Di più può dire Cirino Pomicino. Ci potrebbe dire chi lo ha chiamato per far uscire i suoi dalla maggioranza. Fu Napolitano? Fu lui che fece la stessa manovra fatta con Fini? E Bersani che ruolo ebbe in questo inciucio? Come mai non rivendicò l'incarico da Napolitano? Perchè trattò da subito Monti in maniera confidenziale da subito nonostante, sulla carta, Monti si era sempre professato liberale?

    Report

    Rispondi

blog