Cerca

La risposta

Forza Italia, Berlusconi: "Napolitano mente, io vittima di un golpe"

Forza Italia, Berlusconi: "Napolitano mente, io vittima di un golpe"

"Bisogna fare chiarezza". Silvio Berlusconi torna a parlare del golpe del 2011 e chiede che venga fatta piena luce sul "caso Geithner". Intervenendo a Mix24 su Radio24 afferma: "L’ho sempre avuto chiaro e denuncio questi fatti da allora, adesso voglio andare fino in fondo". E insiste: "Tutto questo sarà oggetto di una inchiesta che spero il Parlamento intenda fare con una commissione di inchiesta". Ma dal governo nessuna risposta: "La presidenza del Consiglio non ritiene di prendere in questo momento alcuna iniziativa trattandosi di una vicenda che ai nostri occhi appare avere una caratura più letteraria che storica in questo momento", afferma il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Ivan Scalfarotto.

Il golpe - E a Scalfarotto risponde il capogruppo di Forza Italia, Renato Brunetta, non ha gradito le parole del sottosegretario: "Al di là della gentilezza del sottosegretario Scalfarotto, che è intervenuto, si fa per dire, per bocca del presidente del Consiglio, prendo atto delle risibili risposte date in Aula dal governo. La prima, i servizi italiani non sanno nulla. La seconda, la presidenza del Consiglio dei ministri non intende assumere iniziative per appurare ciò che accadde in quell'estate-autunno del 2011. Entrambe le cose non ci meravigliano". Archiviato il caso Geithner, Berlusconi parla della sua campagna elettorale. All'ipotesi che Forza Italia scenda sotto il 20%, il leader del partito ha annunciato che non lascerà perché "ho davanti una operazione titanica: trasformare la maggioranza moderata in maggioranza politica organizzata, e perché devo garantire al Paese democrazia e libertà". Poi si passa al caso Expo. Il leader di Forza Italia ha le idee chiare: "Penso che debba andare avanti assolutamente". Sui motivi degli episodi di corruzione, Berlusconi spiega che avvengono "perché le mosche vanno al miele ma non bisogna accettare che ci siano le mosche".

Renzi e Papa Francesco... - Il Cav parla anche di Renzi: "Simpatico, un grande comunicatore, abbiamo trovato l'accordo sulle riforme...". Quanto ai difetti, "dovrebbe lavorare di più sui contenuti dei provvedimenti e delle decisioni". Infine una battuta su Papa Francesco: "Papa Bergoglio mi piace, fa il Papa esattamente come l'avrei fatto io", commenta inoltre il leader di Fi. Poi aggiunge: "Sono io che sono bravo perché assomiglio al Papa. Abbiamo la stessa età ma io gli anni li porto meglio".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    16 Maggio 2014 - 21:09

    LA CRISI. Cosa vi aspettavate da FI unita alla Lega e ai fascisti?

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    16 Maggio 2014 - 21:09

    L'ultra-condannato dice che i.l Papa sta facendo quello che lui, silvio, avrebbe fatto. Ora anche il Papa lo imita... Ma a questo é andato in acqua il cervello.

    Report

    Rispondi

  • oi16730

    16 Maggio 2014 - 16:04

    Il Pontefice agisce come avrebbe fatto l'ex cavaliere: quando ero ragazzo i manicomi erano pieni di matti che si credevano Napoleone, Giulio Cesare, Garibaldi ecc.ecc. ora sono un pò dapertutto anche a villa Certosa.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    16 Maggio 2014 - 15:03

    Due giorni fa ho parlato di 'romanzo indigesto' se non si tirano fuori i nomi dei ' funzionari europei' ai quali addossare trama ed intenzioni per scalzarlo dal Governo.. In caso contrario, anche Dan Brown sarebbe potenzialmente un Geithner quando scrive. Semmai ricordo le pressioni, ai tempi giusti, del suo stesso partito per mollare la PdC...Anch'essi collusi per affossare Silvio? Scopriamolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog