Cerca

L'editoriale

Renzi promette, gli italiani pagano

17 Maggio 2014

10

Anche se i conti non tornano, Matteo Renzi non cambia verso. Anzi: invece di correggersi, rilancia. Così ieri dopo la diffusione dei dati negativi del primo trimestre di quest’anno, anziché annunciare misure per far risalire il Pil e ridurre la disoccupazione, il presidente del Consiglio ha promesso altri sgravi fiscali. A beneficiarne dovrebbero essere nel prossimo anno i pensionati e le partite Iva, cioè quanti sono stati esclusi dalle misure varate a ridosso della campagna elettorale per le Europee. Dove troverà i soldi per finanziare una spesa piuttosto consistente che si aggiungerebbe a quella già costosa decisa a favore di dieci milioni di lavoratori dipendenti? Renzi non lo ha spiegato. Come sempre quando c’è da parlare di coperture, il premier preferisce sorvolare, senza entrare troppo nel dettaglio, anche perché parlare di spending review o di nuove tasse per pagare le promesse prima del 25 maggio potrebbe far perdere voti.

Sta di fatto che i conti non tornano. Non per via dei nuovi bonus annunciati ieri, ma per quello che è stato varato nelle scorse settimane e che i lavoratori si sono visti in busta paga a fine mese. A causa della caduta del Pil e dunque del rallentamento dell’economia cui ha fatto seguito un rialzo dello spread, presto Renzi potrebbe aver bisogno di trovare 4,5 miliardi. Per lo meno questa è la cifra ipotizzata da un giornale non pregiudizialmente ostile, ma che al contrario fiancheggia il governo, ossia la Repubblica. Il quotidiano diretto da Ezio Mauro nell’edizione di ieri titolava in prima pagina sull’imminenza di una manovra correttiva. Non solo i gufi dunque continuano a puntare gli occhi sulle mancate coperture, ma anche quelli che fanno il tifo per l’ex sindaco.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • doberman

    17 Maggio 2014 - 18:06

    Ciò nonostante l'appoggio di ncd e in una certa parte quella di fi questo governo fatica nel rimettere a posto un po i conti, per carità non diamo tutte le colpe all'attuale premier, ma a partire dal grande bombardamento di imposte iniziato nel nov. 2011 dal premio nobel dell'economia Mario il distruttore le cose sono peggiorate. Figuriamoci il povero B. col grande otruzionismo della sinistra

    Report

    Rispondi

  • fearofthedark

    fearofthedark

    17 Maggio 2014 - 18:06

    e le promesse ventennali del pregiudicato chi le ha pagate?

    Report

    Rispondi

    • gangelini

      17 Maggio 2014 - 23:11

      Caro mio non sai fare i conti: 9 anni sono governi di centro destra, 11 anni di governi di centro sinistra; gli anni sono sempre 20 ma i danni sono equamente ripartiti. Chi ha fatto più danni è dunque la sinistra; Repubblica ti annebbia la mente.

      Report

      Rispondi

  • frankie stein

    17 Maggio 2014 - 16:04

    Gli Italiani pagano anche lei e Libero, Direttore...Forse sarebbero piu' contenti di pagare qualcosa in piu' ai Comuni. Non accadra'...ma perlomeno non parli dei gufi in terza persona.

    Report

    Rispondi

    • gangelini

      17 Maggio 2014 - 23:11

      ???? Non si capisce nulla ???? Ma almeno voi di sinistra conoscete almeno come si scrive in italiano ?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

media