Cerca

L'addio

Forza Italia, Bondi lascia il suo incarico

Forza Italia, Bondi lascia il suo incarico

Dopo la lettera arriva il giorno delle dimissioni. Oggi pomeriggio Forza Italia dà l'addio a Sandro Bondi. A palazzo Grazioli è convocato il Comitato di presidenza di Forza Italia, all'ordine del giorno c'è l'accettazione delle dimissioni dell'ex ministro da commissario incaricato dell'amministrazione del partito. Un ruolo chiave quello che lascia scoperto Bondi a cui molto probabilmente seguirà un successore. Il nome in pole position, secondo i rumors, è quello di Maria Rosaria Rossi, l'assistente personale di Berlusconi. Un'indiscrezione quella sulla Rossi lanciata da Repubblica che potrebbe aprire una faida interna tra i fedelissimi del Cav e la vecchia guardia di Forza Italia. In molti infatti non gradiscono l'avanzata della Rossi nelle gerarchie del partito. Il ruolo di amministratore è comunque un incarico di peso e certamente l'eventuale nomina della Rossi riaprirebbe ancora alcune ferite mai sanate nella guerra tra rottamatori e rottamati che è in corso dentro Forza Italia da quando il Alfano ha lasciato il Pdl e da quando il Cav ha deciso di ribaltare i giochi tornando al partito del '94. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ninosiciliano13

    08 Luglio 2014 - 13:01

    Non c'e' altra soluzione :accordo De Girolamo-Rossi-Meloni con alcuni maschietti come Cattaneo. Fuori le cariatidi compreso Berlusconi. Possono ripartire dal 10% ma con ampie prospettive di risalita. La dirigenza attuale puo' portare solamente all'azzeramento.

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    21 Maggio 2014 - 00:12

    Salti di quaglia per lo scranno al sole con Marx stipendio e vitalizio? Nella nuova Legge elettorale usare dei paletti per chi esce dal Partito o Coalizione : se il Porcellum è stato bocciato! Evidente col contributo alla coalizione diventata Maggioranza: deterrente sarebbe che il Deputato lascia pure lo scranno del Parlamento, visto che è stato poco Onorevole!

    Report

    Rispondi

  • raf1943

    20 Maggio 2014 - 12:12

    Se Bondi oltre al suo incarico di Partito dovesse lasciare Forza Italia c'è da sperare che lasci anche lo scranno parlamentare!Sarebbe il primo esempio serio(lui si professa un poeta!) rispetto a tutti gli altri,a partire da Alfano,Lupi,Lorenzin,Schifani,Cicchitto ed altri ancora che sono andati via portandosi appresso la poltrona!In qualsiasi altro Paese,sarebbero stati bollati per l'eternità!!

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    20 Maggio 2014 - 11:11

    uno in meno: era ora!

    Report

    Rispondi

blog