Cerca

Come Amsterdam

Marino dà il via libera alle zone a luci rosse della Capitale. Scopri dove sorgeranno

Marino dà il via libera alle zone a luci rosse della Capitale. Scopri dove sorgeranno

Una «zonizzazione della prostituzione». Questa la proposta lanciata dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, qualche giorno fa ai microfoni di Radio Radio. Un annuncio che è un progetto già in fase avanzata. Come anticipano Michela Giachetta e Lorenzo De Cicco sul Messaggero il piano lo sta mettendo a punto il vice capo di gabinetto Rossella Matarazzo ma, per stessa ammissione del primo cittadino, ha bisogno di un assist a livello nazionale, di un nuovo quadro normativo licenziato dal Parlamento che riformi e regolarizzi la prostituzione. In realtà un disegno di legge già c'è firmata dalla senatrice Pd Maria Spilabotte che ha incassato endorsement bipartisan, da Alessandra Mussolini di Forza Italia a esponenti del Movimento 5 stelle: il ddl prevede la possibilità per i sindaci di trasformare alcune zone della città in quartieri a luci rosse dove concentrare le prostitute non solo su strada, ma anche all’interno di condomini dedicati al sesso a pagamento. Il progetto non prevede la creazione di case chiuse vecchio stile, ma permette la creazione di appartamenti gestiti da cooperative di prostitute e professioniste a partita Iva.
Dai presidenti dei municipi capitolini un coro di sì. Alcuni hanno già iniziato a discutere l'idea coi cittadini, individuando le aree. E così nel VIII Municipio (Garbatella/San Paolo) si ragiona sul tratto di via Cristoforo Colombo all'altezza di piazza dei Navigatori, nella zona dove ci sono i campi sportivi e non a ridosso delle abitazioni. Nel V Municipio si ipotizzano alcune aree fuori dai centri abitati: una di queste è la parte di via Longoni, che collega la Prenestina con la Collatina. Un’altra zona potrebbe nascere nel tratto di via Collatina in cui si trova l’Agenzia delle Entrate, poco prima del Gra. E ancora: all’Eur, uno dei quartieri più colpiti dal fenomeno della prostituzione, c’è l’idea di creare una zona a luci rosse su viale dell’Oceano Pacifico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giornali

    27 Maggio 2014 - 18:06

    In tanti anni è la prima proposta sensata che sento fare da Marino.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    25 Maggio 2014 - 11:11

    Perché non usa la sede del suo partito quale casino? Non avrebbe nemmeno bisogno di ristrutturazioni, inoltre ci sono già gli.....attori!

    Report

    Rispondi

  • tacos

    24 Maggio 2014 - 17:05

    Alla cassa ci mettiamo AequaRoma. Una soluzione per creare una nuova Società Municipalizzata con cooperative amiche che tradotto vuol dire "NewStipendificio" per compari/e e naturalmente le meritrici affolleranno più di prima le strade della Roma notturna e diurna. Questa è l'ennesima trovata per "agganciare" un'altro Malloppo legalizzato. Sempre la solita pantomima, non cambiano mai.

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    24 Maggio 2014 - 17:05

    C'era già un disegno di legge firmato da Alessandra Mussolini. Forse per far divertire onestamente il marito...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog