Cerca

L'editoriale

Centrodestra, via alle primarie

29 Maggio 2014

3

Silvio non lascia, ma per il momento neanche raddoppia. Tre giorni dopo la batosta elettorale, l’ex Cavaliere ha riunito i suoi e ha dettato la linea, rimettendo in riga colonnelli e caporali di Forza Italia. In sintesi ha intimato ai sottoposti di smetterla di tirare in ballo i suoi figli, perché non c’è nessuna successione da decidere, nessuna abdicazione in vista, né a favore di Marina, né a favore di altri. Il capo era e resta lui, Berlusconi, il quale ha ben presente che cosa c’è da fare. E nel prossimo futuro tra gli impegni segnati in agenda c’è l’alleanza con la Lega, mentre la grande coalizione che dovrebbe servire a rimettere insieme i cocci del centrodestra può attendere. Niente patto con il nuovo centrodestra di Alfano, rimandate a data da destinarsi anche le prove tecniche di intesa con Fratelli d’Italia. Forse si faranno le primarie di coalizione. (...)

 

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi il commento integrale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    29 Maggio 2014 - 22:10

    Vince Fitto, a capo della sua congrega ... Le primarie sono per le idee oggi non per altri scopi.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    29 Maggio 2014 - 22:10

    Lo dicoi da 20 anni: il partito di un solo uomo che cerca i voti e non altro, con comando integrale del suo volere, é destinato a scomparire. Il cdx. é altra cosa purché anch'esso abbandoni l'ideologia del mercato, del liberismo, insomma. Da noi, ora lo si vede, l'imprenditore é uno che non rischia nulla.

    Report

    Rispondi

  • antari

    29 Maggio 2014 - 08:08

    ...per il momento neanche raddoppia.... beh, in realta' ha dimezzato!

    Report

    Rispondi

media