Cerca

La sentenza

Cassazione: Pena ridotta per il piccolo spaccio

Cassazione: Pena ridotta per il piccolo spaccio

Liberi tutti. Dovranno essere riviste al ribasso le pene definitive per i piccoli spacciatori di droga condannati in via definitiva, pene inflitte nel periodo in cui era in vigore la legge Fini-Giovanardi, dichiarata incostituzionale lo scorso febbraio. È quanto hanno stabilito le sezioni unite penali della Cassazione, chiarendo così le ricadute della pronuncia della Corte Costituzionale, a seguito della quale è tornata in vigore la legge Iervolino-Vassalli. Una decisione che potrebbe avere ripercussioni anche sul numero dei detenuti nelle carceri italiane, ma non si stima ancora in che misura: "E’ appena entrata in vigore una nuova legge che stabilisce che lo spaccio di qualsiasi sostanza, sia cannabis o eroina, comporta la reclusione da sei mesi a quattro anni. Quest’intervento -spiega l’ex senatore Carlo Giovanardi- potrà forse avere ripercussioni sul sovraffollamento carcerario, ma non saprei quantificare in che misura".

La suprema Corte - presieduta dal primo presidente Giorgio Santacroce - ha accolto il ricorso della procura di Napoli contro la decisione del tribunale, che aveva negato ad un condannato recidivo per piccolo spaccio di ottenere il ricalcolo della pena a seguito della sentenza della Consulta che nel 2012 aveva dichiarato incostituzionale la norma della Fini-Giovanardi che vietava la concessione delle circostanze attenuanti prevalenti nel caso di recidivi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    30 Maggio 2014 - 17:05

    certo che quando capiranno che coffe shop e bordelli renderebbero allo stato milioni di euro sottraendoli a gang e mafia sarà sempre troppo troppo tardi!!!

    Report

    Rispondi

  • arwen

    30 Maggio 2014 - 15:03

    Ottimo e abbondante. Molti rimessi in libertà perchè se no le carceri esplodono, altri rimessi in libertà per la dabenaggine dei notri politici, altri in previsto arrivo sui barconi dell'estate. Tra sei mesi sto' paese assomiglierà più a un suk che a una nazione civile.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    30 Maggio 2014 - 15:03

    il proibizionismo ha fallito non lo ha detto marino lo ha detto la suprema corte di cassazione. Se non vi sta bene cambiate nazione.

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    30 Maggio 2014 - 13:01

    Mi sembra più che giusto: se si dovessero mettere in galera tutti i "piccoli" spacciatori, come farebbero "certe persone" a rifornirsi?????

    Report

    Rispondi

    • ubik

      30 Maggio 2014 - 14:02

      vai a farglielo capire metterebbero in galera il 60% della popolazione vivente

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog